Rivista TD Tecnologie Didattiche TD Magazine n. 5 TD Magazine n. 52 TD Magazine n. 58 TD Magazine n. 37 TD Magazine n. 14 TD Magazine n. 18 TD Magazine n. 43 TD Magazine n. 45 TD Magazine n. 56 TD Magazine n. 39 TD Magazine n. 20 TD Magazine n. 23 TD Magazine n. 26 TD Magazine n. 6 TD Magazine n. 13 TD Magazine n. 30 TD Magazine n. 59 TD Magazine n. 25 TD Magazine n. 44 TD Magazine n. 61

ITD Organizza

20/03/2017 - 20/04/2017
Open Online Course sul tema del Canto a Tenore
piattaforma i-Treasures

Il Canto a Tenore è una delle pratiche musicali più caratteristiche della tradizione sarda ed è stato riconosciuto dall’UNESCO Patrimonio Immateriale dell’Umanità. Si tratta di un canto polifonico (quindi a più voci) molto caratteristico, perché basato sull’emissione di suoni di tipo gutturale. È una forma di canto viva e praticata in molti paesi del centro Sardegna, trasmessa e appresa principalmente per tradizione orale.

L’Istituto Tecnologie Didattiche – CNR, organizza, nell’ambito del progetto i-Treasures, il primo corso aperto e online sul tema del “Canto a Tenore”.

Si tratta di un corso pilota, primo e ad oggi unico nel suo genere, che ha l'obiettivo di offrire un percorso completo dedicato a persone che abbiano un interesse a vario titolo per il Canto a Tenore, ma che non abbiano avuto modo di approfondirne la conoscenza (per es. allievi di canto, studenti, appassionati). Il corso fornisce conoscenze teoriche relative a questa espressione culturale, ma vuole anche offrire l'opportunità di sviluppare le competenze necessarie per un ascolto consapevole.
I moduli del corso comprendono:

  • Introduzione al corso
  • Conoscenze teoriche
  • Le quattro voci
  • Le forme del Canto
  • Gli stili locali (Modas)
  • Conclusioni

La modalità di erogazione è totalmente online, con possibilità di momenti di interazione con gli esperti di questa espressione culturale.

La partecipazione è libera e gratuita, ma occorre registrarsi alla piattaforma i-Treasures, inviando una mail a ceregini@itd.cnr.it.

I partecipanti che avranno svolto almeno il 75% delle attività proposte, potranno richiedere l’attestato di partecipazione.

Inizio corso: Lunedì 20 marzo 2017
Periodo di erogazione del corso: 4 settimane
Durata stimata: 18 ore

Responsabile del corso: Francesca Pozzi [pozzi@itd.cnr.it]
Esperti: Sebastiano Pilosu, Marco Lutzu, Paolo Bravi
Tutor del corso: Francesca Maria Dagnino
Tutor di area tecnica: Andrea Ceregini


14/03/2017 - 14/04/2017
Presentazione di Terry Anderson presso ITD-CNR
ITD-CNR Genova | 13 Aprile 2017 | 14.30

“Learning, Interaction and Research”

Prof. Terry Anderson

In questa presentazione Terry tratta del ruolo focale che l'interazione assume nel processo educativo, tenendo però anche in considerazione i costi e le sfide che essa comporta.

Vengono portati esempi pratici tratti direttamente dalle sue esperienze di ricerca, tra cui il Community of Inquiry model, l'Interaction Equivalency Theory e il suo lavoro più recente, realizzato in collaborazione con Jon Dron: Groups, Nets and Sets.

Una locandina dell'evento (in inglese) è disponibile qui.

La partecipazione è gratuita, ma è necessario registrarsi all'evento, inviando una e-mail a Francesca Pozzi [pozzi@itd.cnr.it]


09/03/2017 - 10/03/2017
Codice Informatico e codice genetico: organismi viventi e dispositivi artificiali
Area della ricerca di Palermo del Consiglio Nazionale delle Ricerche

L’istituto di Tecnologie Didattiche, in collaborazione con l’Istituto di Biomedicina ed Immunologia Molecolare “Alberto Monroy”, organizza le giornate al CNR “Codice Informatico e codice genetico: organismi viventi e dispositivi artificiali”.


http://www.pa.itd.cnr.it/eventi/163-laboratoriaperti.html
07/02/2017 - 07/07/2027
Alternanza Scuola Lavoro

Progetto: "La scuola che vorrei. Studenti come co-ricercatori in ottica Student Voice"

Istituzioni Scolastiche: Convitto Nazionale C. Colombo, Liceo E. Fermi (Genova)

Responsabile scientifico: Stefania Manca

L’obiettivo del progetto è quello di realizzare un’esperienza di partecipazione democratica alla vita scolastica in un’ottica Student Voice. Scopo del movimento Student Voice è quello di valorizzare e promuovere il ruolo degli studenti nei contesti scolastici ascoltando direttamente le loro riflessioni e percezioni sulle pratiche formative e scolastiche. Il progetto “La scuola che vorrei” si articolerà in un’indagine sulle esperienze ed opinioni dei diversi protagonisti della scuola (in primis, gli studenti, ma anche insegnanti e operatori della scuola a diverso titolo) rispetto ai molteplici aspetti che governano la scuola: processi di insegnamento/apprendimento, dimensione relazionale studenti-insegnanti, gestione degli aspetti amministrativi e burocratici. Il progetto, che si avvale del supporto di un ricercatore esperto dell’Istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR di Genova, considererà gli studenti in veste di co-ricercatori, come partner nella formulazione dei problemi, nella individuazione degli strumenti di ricerca, nella raccolta ed analisi dei dati, nella lettura dei risultati e nella formulazione di proposte di cambiamento.

Obiettivi specifici sono:

  • acquisire conoscenze di base sulle diverse fasi che caratterizzano un progetto di ricerca condotto nell’area delle scienze sociali, con particolare riguardo per i contesti educativi
  • acquisire competenze metodologiche di base sulle diverse fasi di una ricerca scientifica
  • sperimentare in prima persona il ruolo di ricercatori nel contesto abituale di riferimento (la scuola)
  • imparare ad esprimere in termini propositivi semplici azioni di studio e di innovazione nel contesto scolastico di riferimento
  • lavorare in gruppo e confrontarsi alla pari con esperti adulti provenienti da un contesto knowledge intensive

Attraverso le diverse fasi del progetto, gli studenti avranno la possibilità di essere attori protagonisti e potenziali motori di sensibilizzazione su una tematica che li coinvolge nella loro quotidianità scolastica.


27/01/2017 - 01/08/2017
Alternanza Scuola Lavoro

Sono due i percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro che coinvolgono personale della sede distaccata in Palermo dell'Istituto. A breve verranno pubblicati anche i percorsi che coinvolgono il personale della sede principale di Genova.

Progetto: "La Scuola incontra il mondo della ricerca in tecnologie didattiche: un’opportunità di crescita per docenti e studenti"

Istituzione Scolastica: Istituto Superiore Duca Abruzzi-Libero Grassi - Palermo

Responsabili scientifici: Giuseppe Chiazzese, Davide Taibi

Sui banchi del CNR: dall'ideazione allo sviluppo di nuove competenze al servizio della ricerca. – Progettazione Gestione e Rendicontazione di un Progetto

Periodo di svolgimento: Aprile - Luglio 2017

Struttura ospitante del CNR: Istituto per le Tecnologie Didattiche

Aree di interesse: Amministrazione, Finanza e Marketing

Totale ore di attività in stage: 40

Studenti destinatari del progetto: 11

Luogo di svolgimento: Consiglio Nazionale delle Ricerche, Area della Ricerca di Palermo, Istituto per le Tecnologie Didattiche Via Ugo La Malfa 153 Palermo.

Orario di svolgimento: uno/due incontri settimanali nelle seguenti fasce orarie 9.30-13.30 14.30-18.30.

Descrizione del percorso didattico: Il percorso di alternanza scuola-lavoro indirizzato al settore Economico, indirizzo “Amministrazione, finanza e Marketing” attiverà il laboratorio di “Progettazione gestione e rendicontazione di una attività di ricerca”. Il laboratorio, organizzato in attività teorico-pratico, utilizzerà i sistemi informativi di gestione della contabilità dell’ente con la simulazione di attività di amministrazione. Le attività saranno condotte nell’aula multimediale del CNR dotata di postazioni adeguatamente connesse ad Internet per l’accesso e l’utilizzo da parte degli studenti. Le attività laboratoriali, adotteranno metodologie didattiche di studio di casi, di co-working, di gruppo e avranno a fianco ricercatori, tecnologi e personale di amministrazione, esperto nelle tematiche del modulo. Le attività saranno curate del tutor, dott.ssa Paola Denaro; gli studenti saranno accolti nell'aula di Laboratorio e saranno affiancati dal personale ricercatore e tecnologo docente del Laboratorio di “Progettazione gestione e rendicontazione di una attività di ricerca”.

Sui banchi del CNR: dall'ideazione allo sviluppo di nuove competenze al servizio della ricerca. – Progettazione e sviluppo degli ambienti software accessibili via web.

Periodo di svolgimento: Aprile 2017-Luglio 2017

Struttura ospitante del CNR: Istituto per le Tecnologie Didattiche

Aree di interesse: tecnico-scientifico

Totale ore di attività in stage: 40

Studenti destinatari del progetto: 14

Luogo di svolgimento: Consiglio Nazionale delle Ricerche, Area della Ricerca di Palermo, Istituto per le Tecnologie Didattiche Via Ugo La Malfa 153 Palermo.

Orario di svolgimento: uno/due incontri settimanali nelle seguenti fasce orarie 9.30-13.30 14.30-18.30.

Descrizione del percorso didattico: Il percorso di alternanza scuola-lavoro indirizzato al settore tecnico scientifico, è finalizzato a introdurre lo studente all’apprendimento dei rudimenti di programmazione per la progettazione e sviluppo di ambienti software accessibili via web. Il percorso ha l’obiettivo di introdurre le metodologie di progettazione software, gli ambienti di programmazione e di comunicazione in rete con particolare attenzione ai suoi linguaggi e alla creazione di ambienti software basati sul Web. Il percorso sviluppa le abilità base di ideazione e sviluppo software in ambito Web stimolando il pensiero computazionale. In questo percorso le attività saranno svolte utilizzando i laboratori e le aule informatiche del CNR dotate di strumenti software e hardware adeguati allo svolgimento del percorso didattico. Saranno utilizzate metodologie che consentono di apprendere la programmazione in maniera interattiva con l’ausilio di ambienti didattici online.


01/01/2017
Nuovi progetti europei in 2017

ITD partecipa a due nuovi progetti europei durante il 2017:


28/12/2016 - 23/02/2016
SEMINARI SU PENSIERO COMPUTAZIONALE
CNR - Area della ricerca di Genova, sala Leonardo

Pensiero computazionale, Astrazione, Scomposizione, Generalizzazione, Algoritmo, Algoritmoalutazione


CNR - ITD, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, organizza un ciclo di 5 seminari sul Pensiero Computazionale.

Clicca qui per accedere al Modulo d'Iscrizione


01/12/2016 - 15/12/2016
PROGETTO TRIS - GIORNATA DI STUDIO CONCLUSIVA
Roma, Aula Magna Liceo Ginnasio Virgilio

Evento CNR http://www.progetto-tris.it/public/evento_cnr/

Mercoledì 14 dicembre 2016, presso l’aula magna del Liceo Ginnasio Virgilio di Roma, si terrà, con inizio alle ore 10, la giornata di studio conclusiva del progetto TRIS (Tecnologie di Rete e Inclusione Socio-educativa - http://www.progetto-tris.it/).

Coloro che fossero interessati a partecipare trovano qui di seguito i link al depliant e al modulo di iscrizione:


27/10/2016 - 06/11/2016
Artico - Viaggio interattivo al Polo Nord
Festival della scienza - Palazzo Ducale, Loggia degli Abati

I cambiamenti climatici rappresentano una sfida cruciale per il futuro del Sistema Terra e l’Artico è la regione del Pianeta in cui si manifestano più rapidamente, rendendolo un laboratorio di ricerca naturale unico.

La mostra, grazie a esperimenti interattivi, approfondimenti e immagini suggestive, vi farà scoprire sorprendenti fenomeni che abitano questi luoghi, per esempio sentire i suoni dell’artico e ricreare l’aurora boreale, e si potrà vedere un carotiere e altri strumenti di ricerca utilizzati. Inoltre vi illustrerà il ruolo, le attività e i risultati ottenuti dal CNR.  Visitando il sito (artico.itd.cnr.it) si potranno consultare gli approfondimenti presenti in mostra e le risorse didattiche correlate.

La visita ad una mostra scientifica genera interesse nell’argomento e voglia di approfondire. Per esempio, cosa provoca il clima rigido dell’artico o il sole di mezzanotte. Le cause sono da sono da ricercarsi nell’inclinazione dell’asse terrestre che provoca il susseguirsi delle stagioni per via del diverso irraggiamento da parte del Sole. Le risorse educative, rivolte a inseganti e studenti, propongono di esplorare il cambiamento delle stagioni attraverso attività in classe con simulazioni al computer, esperimenti di laboratorio, costruzioni di modelli del sistema solare.


http://artico.itd.cnr.it
29/07/2016
TD Journal - Call for paper 25(2)
scadenza 15 ottobre 2016

Sono passati dieci anni dalla pubblicazione del famoso articolo di Jannette Wing che introduceva il concetto di pensiero computazionale. Le idee della Wing hanno avuto un larghissimo seguito e sono diventate oggetto di una vasta discussione, tuttora in corso, che coinvolge informatici, educatori, policy makers e anche leader politici. Quasi tutti i sistemi educativi, sia pure con approcci differenti e in differente misura, hanno creato al proprio interno – o stanno programmando di creare – lo spazio per far entrare il pensiero computazionale nell’educazione a tutti i livelli scolari. Le iniziative di formazione e di supporto sul pensiero computazionale, sia pubbliche che private, affollano la rete. E tuttavia il Pensiero Computazionale è ancora un termine mal definito. Spesso gli sono attribuiti significati differenti, apparentemente simili, ma concettualmente lontani fra loro.  E le soluzioni già adottate, o in fase di adozione, nei vari paesi propongono modelli differenti.

 

TD Tecnologie Didattiche dedica un numero tematico al pensiero computazionale con il duplice obiettivo di mettere a confronto differenti visioni e di riflettere su come le specificità del nostro sistema educativo nazionale possono influenzare l’interpretazione del pensiero computazionale e la sua concreta introduzione nel curriculum della scuola primaria e secondaria.

Gli autori sono invitati a prendere in considerazione in particolare le seguenti tematiche riflettendo su problemi teorici e organizzativi tutt’ora aperti e/o documentando esempi di buone pratiche:

  • - pedagogia del pensiero computazionale nei diversi livelli scolari
  • - pensiero computazionale: quali competenze e come valutarle
  • - formazione degli insegnanti per l’introduzione del pensiero computazionale a scuola
  • - significato/valore educativo del coding
  • - come integrare il pensiero computazionale nel curriculum della scuola primaria e secondaria
  • - rapporto fra pensiero computazionale e discipline 

È possibile inviare contributi delle seguenti tipologie:

  • Articoli di ricerca (circa 30.000 caratteri, spazi inclusi)
  • Rubriche:
  • Resoconti di esperienze (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
  • Descrizioni di strumenti (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
  • Presentazioni di progetti (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
  • “A parer mio” (circa 10.000 caratteri, spazi inclusi).

Le proposte di contributo vanno sottomesse entro il 15 ottobre 2016, registrandosi come autori sul sito della rivista (http://www.tdjournal.itd.cnr.it/) e indicando nelle note per l’editor che l’articolo risponde a questa call for papers. I contributi vanno predisposti in accordo con le linee guida per gli autori. Tutti i contributi verranno sottoposti al giudizio di due revisori, con modalità "double blind". La pubblicazione del numero è prevista per l'estate 2017.

 

Il numero è curato da Augusto Chioccariello e Giorgio Olimpo (ITD-CNR). Per ulteriori informazioni sul numero contattare chioccariello@itd.cnr.it.


21/06/2016
Inspiring Science Education

Alla cortese attenzione dei docenti,

il progetto europeo Inspiring Science Education (ISE) si è posto l’obiettivo di sviluppare e mettere a disposizione risorse digitali per l’insegnamento delle scienze in modo innovativo.

Chiediamo a tutti gli insegnanti che hanno partecipato al progetto, o che sono interessati all’insegnamento delle scienze, di compilare il questionario che trovate cliccando qui.

Per noi è importante ricevere la vostra opinione e conoscere i problemi che sono stati riscontrati. Il questionario è anonimo e i dati forniti sono trattati ed utilizzati esclusivamente ai fini della valutazione del progetto ISE; nessun tracciamento delle singole risposte sarà possibile.

Le vostre risposte ci aiuteranno a migliorare e sviluppare ulteriormente i servizi offerti da ISE e perfezionarne l’approccio all’insegnamento.

Vi ringraziamo in anticipo per il contributo.

I partner del progetto ISE

Sito del progetto


05/04/2016
TD Journal - Richiesta di contributi

Richiesta di contributi su:

Emergenza migrazioni: le tecnologie per l’apprendimento interculturale e l’accesso all'istruzione

L’escalation dei conflitti in Medio Oriente e in alcuni Paesi sub-sahariani, nonché le condizioni di povertà in cui versano numerosi popoli nei paesi in via di sviluppo, hanno drammaticamente aumentato il numero di minori che sono costretti ad abbandonare il percorso scolastico, ma anche dei bambini che non hanno neppure una prospettiva a breve-medio termine di poter accedere all'istruzione. Ciò riguarda sia i minori che entrano in Italia e in Europa a seguito dei notevoli flussi migratori che stanno caratterizzando questi anni, sia i bambini costretti a rimanere in aree povere o in zone di guerra dove viene loro negato il diritto fondamentale all'educazione. In Italia, così come in numerosi paesi europei, diventa quindi estremamente urgente porre in atto azioni finalizzate a restituire il diritto all'istruzione ai tantissimi minori stranieri che arrivano nelle nostre città. Altrettanto importante è contribuire allo sforzo della comunità internazionale che da anni lavora per portare l’istruzione nei paesi colpiti da guerra, povertà e discriminazioni.

TD Tecnologie Didattiche invita ricercatori, insegnanti, formatori ed esperti del settore a inviare contributi che possano rispondere alle 2 seguenti domande generali:

  • come le tecnologie possano supportare i processi di insegnamento e apprendimento per i migranti, anche alla luce delle esperienze di didattica multi e inter-culturali promosse in passato;
  • come le tecnologie possano favorire l’accesso all'istruzione per i minori che, per i motivi sopra descritti, sono esclusi dai percorsi scolastici tradizionali nel proprio paese di origine.

I contributi possono riguardare uno o più dei seguenti temi:

  • Utilizzo delle tecnologie per migliorare l’apprendimento interculturale e il plurilinguismo
  • Didattica dell’italiano L2 e pedagogia interculturale
  • L’istruzione come strumento di inclusione e coesione sociale
  • Tecnologie per la personalizzazione dei percorsi educativi degli alunni stranieri e per la valutazione degli apprendimenti.
  • Analisi dei fattori di successo e di insuccesso dell’inserimento dei migranti nei sistemi educativi nazionali
  • Uso delle tecnologie per la formazione degli operatori della didattica interculturale
  • Utilizzo delle nuove tecnologie per favorire l’accesso universale all'istruzione

È possibile inviare contributi delle seguenti tipologie:

  • Articoli di ricerca (circa 30.000 caratteri, spazi inclusi);
  • Rubriche:
    • resoconti di esperienze (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
    • descrizioni di strumenti (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
    • presentazioni di progetti (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
    • “A parer mio” (circa 10.000 caratteri, spazi inclusi).

Le proposte di contributo vanno sottomesse entro il 20 Maggio 2016, registrandosi come autori sul sito della rivista (http://www.tdjournal.itd.cnr.it/) e indicando nelle note per l’editor che l’articolo risponde a questa call for papers. I contributi vanno predisposti in accordo con le linee guida per gli autori. Tutti i contributi verranno sottoposti al giudizio di due revisori, con modalità "double blind". La pubblicazione del numero è prevista per la primavera 2017.

Il numero è curato da Giovanni Fulantelli (ITD-CNR) e Vito Pipitone (IAMC-CNR). Per ulteriori informazioni sul numero contattare giovanni.fulantelli@itd.cnr.it.


24/03/2016
Inspiring Science Education in Italia: Risultati e prospettive
Roma, 14 aprile 2016

Il Workshop “Inspiring Science Education in Italia: Risultati e prospettive” è un’iniziativa che si colloca All’interno del progetto Inspiring Science Education, con l’obiettivo di presentare e instaurare una discussione sui risultati italiani e le migliori tecniche di implementazione su larga scala del progetto ISE.

L’occasione favorisce l’incontro tra ricercatori, docenti e importanti esperti del settore per un confronto sugli approcci, la pratica, il ruolo delle Big Ideas e le prospettive future.

L’evento è organizzato dal Consiglio nazionale per le Ricerche, Istituto per le Tecnologie Didattiche (Genova), e l’Università Guglielmo Marconi (Roma).

Il workshop si terrà a Roma il 14 Aprile 2016, la brochure dell’evento e ulteriori informazioni sono disponibili al seguente link.

Per le scuole che hanno partecipato all’Esprimento di Eratostenen e sono interessate a presentare un poster sull’attività, troveranno le informazioni cliccando qui.

Il progetto Inspiring Science Education intende promuovo l’adozione su larga scala di strumenti innovati per insegnare le science in modo divertente e stimolante. Attraverso il portale del progetto, gli insegnanti e gli studenti usano strumenti interattivi e risorse digitali di ultima generazione, all’interno delle loro aule. Ogni attività è stata progettata secondo la metodologia Inquiry Based Science Education (IBSE), e prevede anche test di valutazione della capacità di problem solving degli studenti.


14/01/2016 - 15/02/2016
CALL FOR PAPERS - TD 24(3)

Richiesta di contributi su
Argomenti di Tecnologie Didattiche

TD Tecnologie Didattiche (vol.24, n.3) ospiterà contributi su tutti i temi attinenti alle tecnologie didattiche, dal punto di vista dei ricercatori, dei docenti e degli operatori della formazione interessati a condividere idee e pratiche nuove nel settore, con l’obiettivo di contribuire al suo sviluppo.

In particolare, i contributi potranno riguardare:

  • Aspetti teorici legati alle Tecnologie Didattiche
  • Ambienti di apprendimento innovativi
  • Formazione in rete
  • Apprendimento collaborativo in rete (CSCL)
  • Progettazione e validazione di ambienti di apprendimento
  • Valutazione dell’apprendimento
  • Apprendimento basato sui giochi
  • Apprendimento informale
  • Digital Literacy
  • Tecnologie per l’apprendimento inclusivo
  • Risorse digitali per la formazione
  • Metodologie di ricerca per le Tecnologie Didattiche
  • Politiche per l’innovazione dei sistemi formativi

 

 

È possibile inviare contributi delle seguenti tipologie:

  • Articoli di ricerca (circa 30.000 caratteri, spazi inclusi);
  • Resoconti di esperienze (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
  • Descrizioni di strumenti (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
  • Presentazioni di progetti (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi);
  • Interventi per la rubrica “A parer mio” (circa 10.000 caratteri, spazi inclusi);

 

Le proposte vanno inviate entro il 15 Febbraio 2016, all'indirizzo TD@itd.cnr.it in accordo con le norme per la pubblicazione reperibili sul sito della rivista http://www.tdjournal.itd.cnr.it/norme  Tutti i contributi verranno sottoposti al giudizio di due revisori, con modalità “double blind”. La pubblicazione del numero è prevista per Dicembre 2016.

Per ulteriori informazioni, contattare la segreteria della rivista, TD@itd.cnr.it o 0106475303.

Informazioni sulla rivista: http://www.tdjournal.itd.cnr.it/


16/11/2015
Problematiche nella diagnosi della discalculia e nell'intervento didattico con studenti discalculici
Aula Magna del Liceo Scientifico G.D. Cassini

L’Istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR e il CTS di Genova sono co-organizzatori del workshop "Problematiche nella diagnosi della discalculia e nell’intervento didattico con studenti discalculici alla luce dei risultati di una sperimentazione" rivolto ai ricercatori, agli insegnanti di ogni ordine e grado, agli operatori dei servizi, ai genitori di studenti con discalculia.

Il workshop si è tenuto Lunedì 9 Novembre dalle ore 15 alle ore 18.30 presso l'Aula Magna del Liceo Scientifico G.D. Cassini - Genova

Alla pagina Youtube di EsseDiQuadro è disponibile la registrazione video del workshop

Le slides dell'evento sono disponibili per il download al seguente indirizzo


18/09/2015
DSA: non si finisce mai di imparare

Una proposta formativa per i docenti, organizzata dal Liceo Classico C. Colombo di Genova in collaborazione con l'ITD, approvata dall'USR Liguria.

L'iniziativa, che vuole essere una prosecuzione di un percorso avviato nel 2009 e concretizzatosi dal 2011 al 2012 con il Progetto Vindis, ha l'obiettivo di fornire ai docenti (in particolare della scuola secondaria di secondo grado, ma non solo) competenze utili ad affrontare e soddisfare i bisogni degli alunni con DSA.

Si tratta di una serie di webinar (con inizio alle 17 e termine alle 19)

Il calendario e le tematiche:

12 ottobre: Neuroscienze e scuola (Giacomo Stella, UniMore)
26 ottobre: Strumenti compensativi low cost (Giuliano Serena, Brescia)
4 novembre: DSA e Lingue straniere (Paola Fantoni, ITIS Caramuel, Vigevano PV)
10 novembre: DSA latino e greco (Angela Straffalaci, Liceo Statale S. Pertini Genova)
27 novembre: DSA, discalculia e didattica delle materie scientifiche (Luigi Oliva, Liceo Classico C Colombo, Genova)
9 dicembre: PDP: un’opportunità per apprendere (Filippo Barbera, IC Vicenza 11, Vicenza)
14 dicembre: Come cambia il DSA nell’adolescenza (Giacomo Stella, UniMore)

Per partecipare, bisogna effettuare l'iscrizione compilando il modulo presente in questa pagina.

(La piattaforma utilizzata è GoToWebinar e permette l'accesso fino a 1000 partecipanti).

Di ciascun seminario sarà disponibile una registrazione sul canale Youtube del progetto Vindis.


18/06/2015
GimmeFive

Una App in grado di supportare lo sviluppo di strategie di calcolo mentale di addizioni e sottrazioni a più cifre anche in studenti con difficoltà o disturbi di apprendimento.

Per ulteriori informazioni vai al sito di riferimento.


06/05/2015
Smart Education & Technology Days

CITTA’ DELLA SCIENZA DI NAPOLI - “SMART EDUCATION AND TECHNOLOGY DAYS”, XIII edizione Convention Nazionale del mondo della scuola - EVENTO REGIONALE DI PRESENTAZIONE

Genova, mercoled 6 maggio 2015, ore 14,30 c/o C.N.R. 11 piano, via De Marini, 6

– c/o C.N.R. 11° piano, via De Marini, 6.

Per leggere il programma ed effettuare la registrazione clicca quì.


15/02/2015 - 15/02/2016
MAGICAL diventa Success Story europeo

La Commissione Europea ha incluso il progetto MAGICAL, coordinato da ITD-CNR, fra i Success Stories e Good Practices che sono emerse dal programma Erasmus+.


http://tinyurl.com/magicaldoor
01/12/2014 - 01/02/2015
conclusione del progetto MAGICAL

Si è concluso con successo il progetto europeo MAGICAL - Making Games in Collaboration for Learning (LLP KA3)coordinato da ITD. I risultati del progetto sono stati pubblicati nel report finale.


http://tinyurl.com/magicaldoor
17/09/2014
Tecnologie e inclusione

Una proposta per l'aggiornamento professionale degli operatori dei CTS - Centri Territoriali di Supporto, "allargata" a tutti i docenti disciplinari e di sostegno interessati, realizzata nell'ambito di una convenzione di ITD con INDIRE, per Essediquadro, il servizio per la documentazione e l'orientamento sul software didattico e altre risorse digitali per l'apprendimento.

Si tratta di una serie di webinar, con inizio alle 17 e termine alle 19 (programma)

Per partecipare, bisogna effettuare l'iscrizione in questa pagina. (La piattaforma utilizzata è GoToWebinar e permette l'accesso fino a 1000 partecipanti).

Di ciascun seminario sarà disponibile una registrazione sul canale Youtube di Essediquadro: https://www.youtube.com/sd2formazione


18/04/2014
COMPETERE o COOPERARE? Professione docente: esperienze e idee a confronto
Genova, Palazzo Ducale - 7 Maggio 2014

Convegno organizzato dalla Scuola secondaria di I grado ‘don Milani’ (dell’Istituto Onnicomprensivo annesso al Convitto ‘C. Colombo’), dal MIUR-Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria e dall’Istituto per la Tecnologie Didattiche del CNR

Il convegno intende riportare al centro dell’attenzione la professionalità docente e gli elementi che la definiscono, in particolare le connessioni tra pratiche didattiche, cooperazione, organizzazione, ruolo della tecnologia, valutazione degli apprendimenti, sviluppo professionale.

La giornata sarà presentata dai soggetti organizzatori – USR Liguria, scuola ‘don Milani’ e ITD-CNR – e si articolerà in sezioni introdotte da docenti della scuola ‘don Milani’ di Genova e della rete ‘Wikischool’ a colloquio con esperti del mondo della scuola, della ricerca e dell’università. L’obiettivo è quello di dar vita a un dibattito vivace e aperto intorno a esperienze e riflessioni, progetti e aspettative, esigenze e criticità.

Scarica il programma


Il convegno è rivolto a tutti gli operatori del mondo della scuola e della ricerca in campo educativo. Per motivi organizzativi, si prega di effettuare l’iscrizione, utilizzando il modulo online: clicca qui per iscriverti al convegno

La presenza al convegno dà diritto, nei limiti previsti dalla normativa vigente, al riconoscimento dell’esonero dal servizio del personale della scuola che vi partecipa.
Per ulteriori informazioni, contattare G. Luca Julio, tel. 010.2512660 (da lunedì a venerdì, ore 9.30-13.00), oppure scrivere all’indirizzo: convegno7maggio@wikischool.it


25/10/2013
Nuovi Bandi di Concorso

Bando ITD-001-2013-GE

Profilo professionale: Ricercatore liv. 3 (ART 23) a tempo determinato
scadenza: 18/11/2013
Numero posti a concorso: 1
Titoli di studio: Laurea generica
Requisiti:

  • Titolo di Dottore di Ricerca, o equivalente, conseguito all'estero su tematiche inerenti a questo bando, ovvero aver svolto per un triennio attività di ricerca in settori inerenti alle competenze specifiche del bando;
  • conoscenze ed esperienze di lavoro o ricerca in due o più settori di ricerca tra i seguenti: 1) E-learning (teoria, metodi, sistemi e ambienti software); 2) Open Learning, Open Educational Resources e Massive Open Online Courses; 3) Life Long Learning e Adult Professional Learning; 4) Produzione di contenuti multimediali; 5) Digital Libraries (servizi e strumenti per la produzione e l'utilizzo di risorse bibliografiche digitali)
  • conoscenza della lingua inglese e dell'informatica di base;
  • conoscenza della lingua italiana (solo per i cittadini stranieri)
  • Area scientifica : Informatica

Struttura destinataria : Istituto per le Tecnologie Didattiche
Sede (provincia): Genova (GE)

Scarica il bando dal sito del CNR.

Bando ITD-002-2013-GE (SCADUTO)

Profilo professionale: Assegno di Ricerca
scadenza: 04/11/2013
Numero di assegni: 2
Titoli di studio: Laurea generica
Requisiti:

  • curriculum professionale idoneo allo svolgimento di attività di ricerca;
  • conoscenze ed esperienze di lavoro o ricerca in almeno uno dei seguenti settori: 1) E-learning (teoria, metodi, sistemi e ambienti software); 2) Open Learning, Open Educational Resources e Massive Open Online Courses; 3) Life Long Learning e Adult Professional Learning; 4) Produzione di contenuti multimediali; 5) Digital Libraries (servizi e strumenti per la produzione e lutilizzo di risorse bibliografiche digitali);
  • conoscenza della lingua inglese;
  • conoscenza della lingua italiana (solo per i candidati stranieri);

Struttura destinataria : Istituto per le Tecnologie Didattiche
Sede (provincia): Genova (GE)

Scarica il bando dal sito del CNR.


23/10/2013 - 25/10/2013
CALL FOR PAPERS - GAMES & LEARNING ALLIANCE CONFERENCE (GALA 2013)
Dassault Systemes, Paris

AIMS AND SCOPE
There is a wide consensus in the scientific community about the educational potential of Serious Games. And serious games are being used in professional and corporate contexts to teach skills and new competences, which is particularly important in a lifelong learning perspective, to engage and train workforce, to discover and develop leaders, and to support sharing of knowledge and experience. Serious games are promising also in fields such as healthcare and personal development.

Serious games are very well suited to motivate learners and, exploiting the latest simulation and visualization technologies, are able to contextualize the player’s experience in stimulating and realistic environments. Furthermore, a large and growing population is increasingly familiar with playing games, which makes them particularly suited as a powerful instructional tool.

However, so far, only few tests have clearly shown the educational effectiveness of serious games. In general, most authors agree that more extensive tests need to be performed in order to provide valid and reliable evidence for effectiveness of serious games as educational tools. Serious games should lead to improved learning in an efficient and attractive way. We believe that providing evidence of these benefits is key to promote serious games for education and training amongst the large public of families, teachers and stakeholders.

Furthermore, there is a growing concern that there is a need for scientific and engineering methods for building games as means that provide effective learning experiences. An effective application of SGs for education and training demands appropriate metrics, analytics, tools, and techniques for in-game user assessment, in order to allow meeting the educational goals, provide proper user feedback and support adaptivity. This can be achieved in particular by measuring elements such as learning outcomes and engagement, considering the twofold nature of SGs as compelling games that achieve some precise educational goals. We believe that this is necessary in order to develop a new generation of SGs that are able to meet the above mentioned expectations and the requirements for availability of more effective education-supporting tools.

CALL FOR PAPERS
We are seeking original contributions that advance the state of the art in the technologies and knowledge available to support development and deployment of serious games. Experimental studies are strongly encouraged.

Potential topics include, but are not limited to:

Pedagogical foundations track:

  • Pedagogical theories and their applications in the field of serious games
  • User modeling
  • Methodologies and principles for serious games user assessment
  • Support for educators and trainers
  • Pedagogical principles of gamification
  • Support higher-order thinking through serious games

Serious Game design track:

  • Mapping educational outcomes and principles into serious game mechanics
  • Serious game mechanics joining entertainment and pedagogical goals (at all the levels)
  • Mapping pedagogical principles and serious games mechanics
  • Gamification design
  • Design of score and rewards
  • How to balance realism (also in timing), engagement, learning and entertainment?

Technology track:

  • Advanced Human-Computer Interaction for serious games (hardware, software)
  • Artificial intelligence for serious games
  • Neuro-scientific principles, experiments and applications
  • Technological support for collaborative games
  • User modeling and profiling
  • Adaptivity
  • Augmented and virtual reality
  • Support for learner performance assessment (stealth, formative, summative) 
  • Provision of feedback
  • Efficient development tools
  • Support for educators and trainers
  • Support for gamification
  • Learning analytics
  • Modeling and simulation
  • Interopreability and standards

Application track:

  • User studies applying serious games in formal education
  • User studies applying serious games in training (professional, corporate and executive training, skill development and other workforce programs)
  • Case studies on developing/deploying serious games in application domains such as business, management, entrepreneurship, environment, cultural heritage, health, smart buildings, humanities, engineering, manufacturing, security, safety, ethics, etc.
  • User studies of applying serious games in the above domains, studying effectiveness for learning/training
  • Understanding how, when, with whom, for what to use serious games
  • Gamification in various application domains
  • Verification of learning transfer
  • Study of the long-term impact
  • Assessing personal abilities through serious games
  • Usability studies

Industrial track:

  • Serious games market studies
  • Business models for serious games
  • Pervasive gaming
  • Mobile gaming
  • Gamification
  • Products to support serious games development and deployment

IMPORTANT DATES

Papers (10 pages) submission: May 31th2013
Call for Workshops (4 pages) submission: April 26th 2013
Call for Tutorials (4 pages) submission: May 31th 2013

Notification date for Papers: September 6th 2013

Notification date for Workshops: May 15th 2013

Notification date for Tutorials: June 19th 2013

Camera Ready Papers and Registration Due: September 27, 2013


http://www.galaconf.org
23/10/2013
Progetto "Il Linguaggio della Ricerca"
Bologna, 19 novembre 2013

X Convegno del progetto Il linguaggio della Ricerca

Il linguaggio della ricerca (LdR) è un progetto promosso da ricercatori dell'Area della Ricerca di Bologna del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) e dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), attivi nell'ambito di diverse discipline scientifiche.
Il progetto nasce in collaborazione con le scuole del distretto Bolognese e si articola in più fasi: l'incontro fra ricercatori e studenti, attraverso presentazioni nelle scuole ed esercitazioni presso la sede del CNR di Bologna; l'incontro con gli esperti della divulgazione ed infine, la produzione da parte degli studenti, di materiale divulgativo sugli argomenti trattati. Tale materiale sarà poi l'oggetto del convegno annuale durante il quale verranno premiati i lavori migliori per ogni categoria.

Quest'anno il convegno de Il Linguaggio della Ricerca farà parte delle manifestazioni del VENTENNALE dell'Area della Ricerca di Bologna e dei 90 anni del Consiglio nazionale delle Ricerche.

Per ulteriori informazioni è possibile visitare il sito del X Convegno del progetto Il linguaggio della Ricerca.


http://www.bo.cnr.it/linguaggiodellaricerca/convegno_2013.html
22/10/2013
Richiesta di Contributi TD62
http://www.tdjournal.itd.cnr.it/richiesta-contributi

Richiesta di contributi TD62 - "Tecnologie Didattiche" vol. 22 n.2

Argomenti di Tecnologie Didattiche
TD62 (vol.22, n.2) ospiterà contributi di ricercatori, docenti e operatori della formazione interessati a condividere idee e pratiche nuove nel settore delle tecnologie didattiche.
In particolare, i contributi potranno riguardare:

Aspetti teorici legati alle Tecnologie Didattiche
Ambienti di apprendimento innovativi
- Formazione in rete
- Apprendimento collaborativo in rete (CSCL)
- Progettazione e validazione di ambienti di apprendimento
- Valutazione dell’apprendimento
- Apprendimento basato sui giochi
- Apprendimento informale
- Digital Literacy
- Tecnologie per l’apprendimento inclusivo
- Risorse digitali per la formazione
- Metodologie di ricerca per le Tecnologie Didattiche
- Politiche per l’innovazione dei sistemi formativi

Per ulteriori informazioni visitare il sito di TD - Tecnologie Didattiche all'indirizzo: http://www.tdjournal.itd.cnr.it/richiesta-contributi


http://www.tdjournal.itd.cnr.it/richiesta-contributi
25/09/2013 - 25/09/2013
Convegno conclusivo del progetto "POSSO ... NON POSSO ... VADO! Rev.2"
Palermo

Il progetto Posso…non Posso… Vado! Rev_2 è stato finanziato all’interno del programma europeo Leonardo da Vinci per promuovere e sviluppare un “modello di orientamento e formazione imprenditoriale” che consenta ai giovani di ri-flettere sul proprio progetto di vita e di lavoro.

Il convegno conclusivo è l’occasione per raccontare l’esperienza d’integrazione di un percorso di promozione della cultura d’impresa nelle attività scolastiche curriculari.
Il modello formativo sperimentato, con docenti e studenti di 4 paesi europei, alterna attività di studio in presenza e attività online basate sull’utilizzo di un serious game per la gestione di un villaggio turistico.

Per maggiori dettagli e per registrarsi: http://pnpv2.pa.itd.cnr.it/it/news/76-final-conference.html

È possibile visualizzare e scaricare il programma al seguente link


09/04/2013
New pedagogical approaches in Game Enhanced Learning: Curriculum Integration

È stato pubblicato il libro “New Pedagogical Approaches in Game Enhanced Learning: Curriculum Integration” (IGI-Global) curato da Sara de Freitas (University of Coventry, UK), Michela Ott (ITD-CNR), Maria Magdalena Popescu (Carol I National Defence University, Romania) and Ioana Stanescu (Advanced Distributed Learning, Romania). Il libro esamina le problematiche legate all’uso dei giochi digitali nel contesto dell’apprendimento formale, con particolare riguardo agli aspetti curriculari.


http://www.igi-global.com/book/new-pedagogical-approaches-game-enhanced/72365
12/03/2013
Ricostruiamo Città della Scienza
Napoli

Lunedì 4 marzo 2013, intorno alle 21,30, un incendio ha distrutto il Science Centre di Città della Scienza

Per ricostruire Città della Scienza c’è bisogno dell’aiuto di tutti. È in corso una sottoscrizione promossa da Fondazione IIDIS – Città della Scienza e Unione degli Industriali della Provincia di Napoli.

Chi volesse contribuire trova le informazioni su come fare in questa pagina del sito di Città della Scienza:


http://www.cittadellascienza.it/notizie/ricostruiamo-citta-della-scienza/
06/11/2012 - 14/01/2013
Convegno Finale Progetto WISE
Roma

L'evento conclusivo WISE si terrà a Roma il 6 Novembre 2012 presso il CNR, Aula Marconi - P.le Aldo Moro, 7, Roma.

Tra i relatori ci saranno:

  • Andrea Canevaro, Università degli Studi di Bologna,
  • Paolo Mancarella, Università degli Studi di Pisa presidente CNUDD,
  • Speranzina Ferraro, MIUR Coordinatrice nazionale della scuola ospedaliera e domiciliare.

Il convegno sarà l'occasione per condividere i risultati del progetto e per confrontarsi con gli esperti del settore provenienti dal mondo della ricerca, da quello della scuola, da quello della formazione.


http://www.wisefirb.it/convegno-finale
10/10/2012 - 10/10/2013
Alfio Andronico ci ha lasciato.
Alfio Andronico
Alfio Andronico (foto in alto, a sinistra) con Ettore Rigobon al centro Studi Calcolatrici Elettroniche a Pisa e in una immagine recente (foto in basso).
Alfio Andronico
Alfio Andronico ci ha lasciato. E stato una figura simbolica, vorremmo dire istituzionale, nel settore delle Tecnologie Didattiche e in tutti i diversi aspetti del rapporto tra informatica ed educazione. Ha contribuito con continuità allo sviluppo diquesto settore in ltalia fin da quel lontano 1979 in cui si tenne a Genova il primo convegno italiano sulle Applicazioni degli Elaboratori nella Didattica. Da quel convegno nacque un Comitato di Coordinamento nazionale di cui Alfio era uno degli animatori piu attivi. Sempre con entusiasmo, sempre interessato ad allargare e non circoscrivere, ad ascoltare e sempre con Ia convinzione che lo spazio della relazione tra informatica e didattica fosse un settore importante per l'educazione - ed erano anni in cui non erano in molti a crederlo - e che fosse importante accogliere e valorizzare tutti i contributi e le esperienze che iniziavano ad emergere. Poi quel Comitato divenne Gruppo di Lavoro dell'AICA, l'Associazione ltaliana per l'Informatica e il Calcolo Automatico, e Alfio ne fu il coordinatore per molti anni, fino alia sua morte. Fu l'inventore del convegno Didamatica, e ne curò l'organizzazione generale in ogni edizione al punto che, per tutti quelli che operano in questo settore, Didamatica evoca immediatamente il nome di Alfio Andronico.
Ma per quelli che lo conoscevano bene, che hanno intrecciato con lui le loro vite professionali, Ia figura umana di Alfio contava almeno quanto quella professionale. Alfio era una persona rara, vorremmo dire innocente, nel senso piu alto di questo termine.
In ogni situazione, l'interesse generale era sempre piu importante del suo interesse particolare, a tutte le persone attribuiva Ia stessa considerazione e lo stesso rispetto - una richiesta di uno studente o di un ministro erano trattate con Ia stessa attenzione.Anche quando non era d'accordo, anche quando poteva essere un po' ruvido, il rispetto non veniva mai meno. Alfio era spesso entusiasta, anche nelle piccole cose; aveva mantenuto quell'entusiasmo che, purtroppo, spesso si perde con gli anni e lascia il posto a indifferenza e convenienza.
Un'ultima caratteristica lo rendeva speciale: il suo senso fortissimo del valore delle lstituzioni che spesso lo portava ad accettare senza incertezza impegni onerosi, anche quando per ragioni di salute sarebbe stato piu ragionevole un rifiuto. Per tutte queste ragioni - e forse non le abbiamo dette tutte - Alfio è stato una di quelle persone che si ricordano con gioia e con rimpianto per Ia strada percorsa insieme, per l'amicizia scambiata, e per le cose che ci ha insegnato.
Gli amici e colleghi dell'ITD-CNR

http://www.tdjournal.itd.cnr.it/alfio-andronico
01/10/2012 - 02/10/2012
First International Symposium on Innovation and Sustainability in Education
Thessaloniki, Greece,

InSuEdu 2012 - Call for Papers

1st International Symposium on Innovation and Sustainability in Education

Thessaloniki, Greece, October 1st, 2012 - Co-located with SEFM 2010 http://insuedu.iist.unu.edu/

Paper Submission Deadline: June 13th, 2012 (extended to June 20th)

CONTEXT & OBJECTIVES

The aim of the Symposium is to bring together educators, researchers and policy-makers who are interested in investigating innovative and sustainable models, methodologies and tools for any level of education.
We especially welcome papers that propose approaches to introduce and sustain innovation in educational systems.
Examples in this sense are innovation and/or sustainability in:
  • formal and informal learning processes;
  • online collaborative learning, peer-production and involvement in real-world projects;
  • areas and contexts presenting particular challenging aspects, such as:
    • training to usage of computer and technological tools to aged or unwilling learners;
    • education of communities who are geographically distributed or live in remote areas;
    • inclusion of people with temporary or permanent disabilities;
    • learning in complex domains (e.g. mathematical/formal principles, methodologies and techniques) and/or with critical target users (e.g. students or practitioners with limited background);
  • the Technology Enhanced Learning research area;
  • the use of educational systems and methodologies in applications that address problems of sustainable development, such as poverty reduction.
Authors are invited to submit original research, position, survey or tool papers on any relevant topic.
These can be either regular or short papers.
Short papers can discuss new ideas which are at an early stage of development and which have not yet been thoroughly evaluated.

TOPICS

  • Collaborative, Adaptive and Personalised Learning;
  • Situated, Mobile and Blended Learning;
  • Technology Enhanced Learning;
  • Innovations in Learning Theory and Pedagogy;
  • Open Learning Communities and Environments;
  • Lifelong Learning;
  • Personal Environment Systems;
  • Intelligent Tutoring Systems;
  • Innovative Education Policy;
  • Vocational Training;
  • Teaching Mathematics, Computer Science, Software Engineering and

Formal Methods

* Use of Formal Methods to Model Learning Processes.

SYMPOSIUM FORMAT, SUBMISSION & PUBLICATION

The one day symposium will feature one invited talk and contributed paper presentations.
All contributions in the form of either regular papers, between 12 and 16 pages, or short papers, up to 6 pages, will undergo a peer-review process. All papers should be written in English and be in LNCS format. Detailed information on the submission procedure are available at http://insuedu.iist.unu.edu.
Accepted regular papers and a selection of accepted short papers will be published after the Symposium by Springer in a volume of Lecture Notes in Computer Science (LNCS), which will collect contributions to all workshops and symposia co-located with SEFM 2012 (http://www.springer.com/lncs). Condition for inclusion in the Post-proceedings is that at least one of the co-authors has presented the paper at the Symposium. Pre-proceedings will be available online before the Symposium.
A special issue with selected papers may be planned, depending on the number and quality of submissions.

IMPORTANT DATES

Paper Submission deadline: 13 June 2012(extended to June 20th)
Accept/Reject Notification: 18 July 2012
Pre-proceedings Final version due: 8 September 2012
Post-proceedings Final version due: 20 October 2012

PROGRAM C0-CHAIRS

  • Antonio Cerone, UNU-IIST, United Nations University, UN/Macau SAR China
  • Donatella Persico, CNR Institute for Educational Technology (CNR-ITD) Italy

PROGRAM COMMITTEE

  • Luis Barbosa, University of Minho, Portugal
  • Leonor Barroca, Open University, UK
  • Marco Bettoni, FFHS - Fernfachhochschule Schweiz, Schwitzerland
  • Stefania Bocconi, EC-JRC Institute for Prospective Technological Studies (IPTS), EU / Spain
  • Jonathan P. Bowen, Museophile Limited, UK
  • Antonio Cerone, United Nations University, UNU-IIST, UN / Macau SAR China
  • Brock Craft, London Knowledge Lab, UK
  • Fred De Vries, Open Universiteit, Netherlands
  • Carlos Delgado Kloos, University Carlos III Madrid, Spain
  • Stavros Demetriadis, Aristotle University of Thessaloniki, Greece
  • Yannis Dimitriadis, University of Valladolid, Spain
  • Gabriella Dodero, Free University of Bolzano, Italy
  • Claudio Dondi, SCIENTER, Italy
  • George Eleftherakis, CITY International Faculty, University of Sheffield, Greece
  • Elsa Estevez, United Nations University, UNU-IIST, UN / Macau SAR China
  • Simon Fong, University of Macau, Macau SAR China
  • Patrizia Ghislandi, University of Trento, Italy
  • Dimitris Gouscos, University of Athens, Greece
  • Stylianos Hatzipanagos, King's College London, UK
  • Lynne Hunt, University of Southern Queensland, Australia
  • Panagiotis Kampylis, EC-JRC Institute for Prospective Technological Studies (IPTS), EU / Spain
  • Ioannis Kazanidis, University of Macedonia, Greece
  • Maria Beatrice Ligorio, University of Bari, Italy
  • Allison Littlejohn, Glasgow Caledonian University, UK
  • Stefania Manca, CNR-ITD, Italy
  • Andreas Meiszner, United Nations University, UNU-MERIT, UN / Netherlands
  • Yishay Mor, Open University, UK
  • Paul Birevu Muyinda, Makerere University, Uganda
  • Carlo Perrotta, FutureLab and London Knowledge Lab, UK
  • Donatella Persico, CNR-ITD, Italy
  • Francesca Pozzi, CNR-ITD, Italy
  • Maria Ranieri, University of Florence, Italy
  • Lucia Rapanotti, Open University, UK
  • Steve Reeves, University of Waikato, New Zealand
  • Symeon Retalis, University of Piraeus, Greece
  • Claudia Roda, American University of Paris, France
  • Neil Rubens, University of Electro-Communications, Japan
  • Santi Scimeca, EUN - European SchoolNet, EU / Belgium
  • Sulayman Sowe, United Nations University, UNU-IAS, UN / Japan
  • Marcus Specht, Open Universiteit, Netherlands
  • Julita Vassileva, University of Saskatchewan, Canada

CONTACT

All inquiries should be sent to insuedu-2012@iist.unu.edu

http://insuedu.iist.unu.edu/
04/06/2012 - 12/09/2012
Call for Papers TD 58
Digital literacy e apprendimento

Nella società della conoscenza, i temi riguardanti la digital literacy sono di cruciale importanza per la definizione delle priorità dell’agenda educativa. Tradizionalmente, il termine literacy è stato usato come sinonimo di alfabetizzazione per indicare le capacità di leggere, scrivere e far di conto ma, a causa dei profondi cambiamenti indotti dalle tecnologie digitali, tale definizione appare oggi inadeguata per comprendere le trasformazioni in atto nell’educazione, nella cultura e nella società. È quindi necessaria una ridefinizione del concetto di literacy per la società della conoscenza e un’approfondita riflessione sulle nuove sfide che essa pone, sfide che riguardano lo sviluppo dell’educazione e della formazione, la natura della conoscenza e i modi di rappresentarla, le esigenze di formazione  di docenti e studenti, la revisione dei modelli di apprendimento e insegnamento.

Ricercatori, insegnanti ed esperti del settore sono invitati a contribuire alla riflessione su questi temi, attraverso articoli di ricerca, resoconti di esperienze e recensioni di ambienti e strumenti. I contributi potranno riguardare le seguenti aree:

  • Digital literacy: teorie e pratiche
  • Modelli di apprendimento/insegnamento e digital literacy
  • Modelli di competenze sulla digital literacy
  • Curricula e digital literacy (per l'istruzione dell'obbligo e la formazione permanente)
  • Digital literacy e suo impatto nei diversi contesti:
    personale/sociale, posto di lavoro/organizzazione, comunità/società
  • Digital literacy: Dimensioni sociali e discorsive del testo digitale
  • Open learning e digital literacy
  • Problemi epistemologici ed etici sollevati dalla digital literacy.

Le proposte vanno inviate entro il 1° settembre 2012, all'indirizzo TD@itd.cnr.it, in accordo con le norme per la pubblicazione reperibili alla pagina Norme per la pubblicazione.
Tutti i contributi verranno sottoposti al giudizio di due revisori, con modalità “double blind” (ossia nel rispetto dell’anonimato di revisori e autori).
La pubblicazione del numero è prevista per la primavera del 2013.


23/10/2011
Evento conclusivo del progetto FIRB - STEEL

E-learning, università e innovazione

Convegno conclusivo del progetto FIRB "STEEL - Sistemi, tecnologie abilitanti e metodi per la formazione a distanza"

Consiglio Nazionale delle Ricerche
Aula Marconi
P.le Aldo Moro - Roma
3 novembre 2011

(Come raggiungere il CNR)

 


PROGRAMMA PROVVISORIO

h.9:30

APERTURA LAVORI
Chair: Rosa Bottino, direttore ITD-CNR

Saluti delle autorità

  • Francesco Profumo, presidente CNR
  • Cesare Mirabelli, direttore Dipartimento Identità Culturale del CNR
  • Marcello Fontanesi, presidente CILEA
  • Enrico Del Re, presidente CNIT
  • Giuseppe Rotilio, rettore Università Telematica San Raffaele
  • Maria Amata Garito, rettore Università Telematica Internazionale UNINETTUNO

h.10:15

Relazione invitata "'A framework for optimising online learning'"
Diana Laurillard, Institute of Education, University of London

h.11:00

Relazione introduttiva "Innovazione culturale e tecnologica per la qualità della formazione universitaria"
Giorgio Olimpo, ITD-CNR

h.11:20

Coffee break

h.11:40

Il progetto STEEL
Chair: Luigi Ballardini, direttore CILEA
Relazione "Obiettivi, sviluppo e risultati principali del progetto STEEL"
Enrico Del Re, CNIT e CILEA, responsabile del progetto STEEL

h.12:00

Relazioni delle Unit di Ricerca:

  • "La piattaforma tecnologica di erogazione", Gianpiero Limongiello, CILEA
  • "Linfrastruttura di comunicazione", Luca Simone Ronga, CNIT
  • "La sperimentazione", Cinzia Galbusera, Università San Raffaele Roma
  • "La valutazione", Donatella Persico, ITD-CNR

h.13:30

Buffet

h.14:45

Tavola rotonda "L'università e la rete: evoluzioni prevedibili e trasformazioni necessarie"
Chair: Stefania Manca, ITD-CNR

  • Mirella Casini Schaerf, SiE-L
  • Michele Fabbri, Università di Ferrara e Il Sole 24 Ore
  • Carlo Giovannella, Università di Tor Vergata - Scuola IaD
  • Maria Beatrice Ligorio, Università degli Studi di Bari
  • Vittorio Midoro, ITD-CNR
  • Pier Cesare Rivoltella, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

h.16:15

Sessione conclusiva:
Chair: Donatella Persico, ITD-CNR
Considerazioni conclusive, Enrico del Re

h.16:30

Chiusura lavori


PER TUTTA LA DURATA DEL CONVEGNO, NELL'AULA SILVESTRI DELLA SEDE CENTRALE DEL CNR, SARA' POSSIBILE VISIONARE UNA DEMO DEL SISTEMA STEEL.


L'iscrizione è gratuita e comprende anche il pranzo buffet. E' possibile iscriversi al convegno attraverso il modulo visualizzabile a questa pagina.


Comitato scientifico 

  • Enrico Del Re, CNIT
  • Gianpiero Limongiello, CILEA
  • Donatella Persico, ITD - CNR
  • Mauro Zaninelli, Università Telematica San Raffaele Roma

Comitato organizzativo

  • Manuela Delfino
  • Stefania Manca
  • Francesca Pozzi
  • Andrea Ceregini
  • Luca Bernava
  • Sonia Schenone

Per informazioni contattare Donatella Persico, persico@itd.cnr.it (tel. 0106475313)

 


        


29/09/2011 - 11/12/2011
Call for papers TD 56

TD56 - Argomenti di Tecnologie Didattiche

TD56 (vol.20, n.2) ospiterà contributi su tutti i temi attinenti alle tecnologie didattiche, dal punto di vista dei ricercatori, dei docenti e degli operatori della formazione interessati a condividere idee e pratiche nuove nel settore, con l’obiettivo di contribuire al suo sviluppo.
In particolare, i contributi potranno riguardare:

  • Aspetti teorici legati alle Tecnologie Didattiche
  • Ambienti di apprendimento innovativi
  • Formazione in rete
  •  Apprendimento collaborativo in rete (CSCL)
  • Progettazione e validazione di ambienti di apprendimento
  • Valutazione dell’apprendimento
  • Apprendimento basato sui giochi
  • Apprendimento informale
  • Digital Literacy
  • Tecnologie per l’apprendimento inclusivo
  • Risorse digitali per la formazione
  • Metodologie di ricerca per le Tecnologie Didattiche
  • Politiche per l’innovazione dei sistemi formativi

È possibile inviare:

  1. articoli di ricerca (circa 30.000 caratteri, spazi inclusi)
  2. resoconti di esperienze (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi)
  3. descrizioni di strumenti (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi)
  4. interventi per la rubrica “A parer mio” (circa 10.000 caratteri, spazi inclusi)
  5. recensioni di libri (circa 5.000 caratteri, spazi inclusi)

Le proposte vanno inviate entro il 10 dicembre 2011, all'indirizzo TD@itd.cnr.it, in accordo con le norme per la pubblicazione reperibili alla pagina Norme per la Pubblicazione. Tutti i contributi verranno sottoposti al giudizio di due revisori. La pubblicazione del numero è prevista per l’estate del 2012.

Per ulteriori informazioni, contattare la segreteria della rivista, TD@itd.cnr.it, 0106475303.


01/08/2011
Concluso il progetto Share.TEC

Il progetto Share.TEC ha terminato il periodo triennale di co-finanziamento da parte dell'UE, e ora continua a rendere disponibili servizi e risorse per la formazione dei docenti presso il portale Share.TEC. Scarica qui il rapporto finale (in Inglese) in forma di brochure.


01/07/2011 - 01/11/2011
Una metafora per i Social Network
 

"Una metafora per i Social Network"

Facebook, LinkedIn, Twitter, Flickr, YouTube, ecc., sono ormai diventati parte delle abitudini digitali di molti e l'immaginario collettivo è sempre più popolato da immagini e suggestioni che provengono dalla partecipazione a questi ambienti. Com'è possibile esprimere metaforicamente la natura di questi strumenti?

Per rispondere a questa domanda, in coincidenza con il numero speciale dal tema "I Social Network nell'apprendimento formale e informale", la rivista TD, curata dall'Istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR di Genova, promuove un concorso di idee dal titolo “Una metafora per i social network”.

Regolamento

  1. La partecipazione al concorso è gratuita ed è aperta a tutti, sia cittadini italiani che comunitari o extracomunitari, senza limiti di età. È escluso dalla partecipazione il personale dell'ITD-CNR.
  2. All'atto dell'invio delle proposte, ai concorrenti di età inferiore ai 18 anni sarà richiesta una liberatoria da parte di un genitore.
  3. Per partecipare occorre inviare una o più proposte ispirate al tema. Ciascuna proposta, che dovrà presentare carattere di originalità, può essere inviata in una delle seguenti forme: a) immagini (disegni o foto), di dimensioni 14,5 x 13 cm e 300 dpi di risoluzione; b) brevi testi, di lunghezza massima di 100 parole.
  4. La proprietà e i diritti di sfruttamento economico dell'opera restano all'autore. Gli autori non avranno nulla da pretendere a livello economico o di altro genere, ma manterranno la totale proprietà intellettuale dei propri elaborati e potranno pubblicarli presso altre sedi editoriali o siti internet.
  5. Le proposte devono essere inviate entro e non oltre il 1° novembre 2011 all'indirizzo concorso@itd.cnr.it, corredate dell'apposito modulo. Nel modulo andranno tassativamente indicati nome e cognome dell'autore, data di nascita, indirizzo, città di residenza, recapito telefonico e indirizzo email, seguiti dalla dicitura “Autorizzo il trattamento dei miei dati personali in base all'art.13 del D. Lgs. 196/2003” e dalla frase che dichiari sia l'assoluta inedicità (anche online) della proposta, oltre che la proprietà dei diritti di sfruttamento economico della proposta inviata. In caso di più proposte (sia nell'ambito della stessa categoria che per categorie diverse) è richiesto l'invio di un modulo per proposta.
  6. Le proposte ricevute saranno esaminate da una Commissione costituita dai direttori e dai membri del comitato editoriale di TD e presieduta dalla dott.ssa Stefania Manca, curatore del numero speciale, che formuleranno il proprio giudizio in base a criteri di originalità e creatività. Il giudizio della Commissione è insindacabile. La commissione si riserva il diritto di assegnare degli ex-aequo. Tutti i partecipanti saranno avvisati tramite email del risultato finale della selezione. La Commissione si impegna a proclamare i vincitori entro il 1° dicembre 2011.
  7. I vincitori delle due categorie (immagini e testi) riceveranno un buono acquisto del valore di €50 da utilizzare presso un rivenditore online (es., IBS, Amazon.it, Feltrinelli.it) e l'abbonamento alla rivista TD per un anno. L'immagine vincitrice verrà utilizzata come copertina del numero della rivista. Il testo vincitore verrà pubblicato in una pagina all'interno del numero. In caso di ex-aequo, l'immagine da pubblicare come copertina del numero della rivista sarà scelta dal curatore del numero a suo insindacabile giudizio; l'altra sarà pubblicata in una pagina all'interno del numero.
  8. La partecipazione al concorso implica l'accettazione da parte dei concorrenti di tutti i punti del presente Regolamento. In un eventuale caso di plagio, l'autore sarà considerato l'unico responsabile di ogni violazione del diritto d'autore (punita con sanzioni civili e penali secondo gli artt.156 e ss., artt.171 e ss. e L.633/1941), liberando l'ITD-CNR da ogni tipo di coinvolgimento ipotizzabile negli atti perseguibili secondo i termini di legge.

Tutela dei dati personali: ai sensi della legge 31.12.96, n. 675 “Tutela delle persone rispetto al trattamento dei dati personali” l'ITD-CNR dichiara, ai sensi dell'art.10, “Informazioni rese al momento della raccolta dei dati”, che il trattamento dei dati dei partecipanti al concorso è finalizzato unicamente alla gestione della selezione; dichiara inoltre, ai sensi dell'art.13 "Diritti dell'interessato", che l'autore può richiedere la cancellazione, la rettifica o l'aggiornamento dei propri dati rivolgendosi al responsabile del Concorso nella persona di Stefania Manca.

Per partecipare, insieme al file della proposta occorre inviare il modulo di partecipazione, compilato, firmato e scannerizzato all'indirizzo concorso@itd.cnr.it. In alternativa è possibile inviare per email il file della proposta e il modulo via fax al numero 0106475300 all'attenzione di Stefania Manca.

Per ulteriori informazioni, scrivere all'indirizzo concorso@itd.cnr.it o contattare Stefania Manca (manca@itd.cnr.it, 010 6475325).


http://www.tdmagazine.itd.cnr.it/concorso
26/05/2011 - 01/10/2011
Call for papers TD55

TD 55 - Social Network e apprendimento

I Social Network nell'apprendimento formale e informale

Anche nel nostro paese la crescente diffusione dei Social Network sta diventando un fenomeno emergente nei diversi contesti professionali e di apprendimento formale e informale. Facebook, LinkedIn, Twitter, YouTube, ma anche Ning, Grouply, Foursquare, Plaxo, Tumblr, ecc., vengono sempre più spesso proposti come ambienti per creare e supportare le reti sociali, da usare in maniera integrata con strumenti specifici per la formazione e l’apprendimento. Diventa allora importante chiedersi quali processi di apprendimento vengano incoraggiati in questi ambienti, in che misura le reti sociali si stiano dimostrando importanti negli apprendimenti individuali e di gruppo, e quali limiti sia possibile evidenziare in questo nuovo scenario, che per alcuni è solo un fenomeno passeggero.

Ricercatori, insegnanti ed esperti del settore sono invitati a contribuire alla riflessione su questi temi, attraverso articoli di ricerca, resoconti di esperienze e recensioni di ambienti e strumenti. I contributi potranno riguardare le seguenti aree:

  • I social network nell’apprendimento scolastico e universitario
  • I social network nell’aggiornamento professionale e nella formazione continua
  • I social network in azienda a supporto dei processi di collaborazione e condivisione
  • Gestione e sviluppo delle comunità professionali e di apprendimento
  • La tecnologia mobile e i social network
  • Misure e soluzioni per integrare diversi ambienti di social networking

È possibile inviare contributi delle seguenti tipologie:

  1. articoli di ricerca (circa 30.000 caratteri, spazi inclusi)
  2. resoconti di esperienze (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi)
  3. descrizioni di strumenti (circa 15.000 caratteri, spazi inclusi)
  4. interventi per la rubrica “A parer mio” (circa 10.000 caratteri, spazi inclusi)
  5. recensioni di libri (circa 5.000 caratteri, spazi inclusi)

Le proposte vanno inviate entro il 1° ottobre 2011, all'indirizzo TD@itd.cnr.it, in accordo con le norme per la pubblicazione reperibili alla pagina Norme per la pubblicazione.
Tutti i contributi verranno sottoposti al giudizio di due revisori. La pubblicazione del numero è prevista per la primavera del 2012.

Per ulteriori informazioni, contattare Stefania Manca, curatore del numero: manca@itd.cnr.it - 0106475325


http://www.tdmagazine.itd.cnr.it/documents/view/11
27/01/2011
Le risorse educative digitali nell'approccio costruttivista
Area della Ricerca del CNR, aula Leonardo (XI piano), via de Marini 6 - 16149 Genova

Numerose iniziative recentemente promosse nel campo delle risorse educative digitali aperte (OER) ripropongono la problematica connessa con il ruolo che i materiali didattici sono chiamati a svolgere nei processi di apprendimento, formali ed informali, di stampo costruttivista. In particolare, una rilettura in chiave costruttivista della funzione svolta dai learning object richiede non solo di estendere le potenzialità descrittive dei linguaggi di rappresentazione per catturare elementi legati al contesto, alla dimensione sociale, alle strategie didattiche, ecc.; ma anche di catturare le caratteristiche di attività, processi, ruoli e ambienti di apprendimento.

Questa giornata di studio si propone di analizzare le problematiche sopra riportate, alla luce di alcune esperienze e progetti presenti nel panorama italiano ed internazionale.

La mattinata sarà dedicata agli interventi dei relatori invitati e durante il pomeriggio verranno discussi i contributi dei poster dei colleghi che intenderanno intervenire, e che potranno riguardare i seguenti temi:

  • la relazione tra i linguaggi di rappresentazione delle caratteristiche delle risorse educative digitali e il paradigma costruttivista dell’apprendimento
  • le problematiche pedagogiche sottese all’uso di learning object nella formazione degli adulti e, in particolare, degli insegnanti
  • il ruolo giocato da standard, strumenti e piattaforme per la condivisione di risorse educative digitali nell’instructional design
  • esperienze di riuso delle risorse educative nella progettazione didattica

Le presentazioni

Il programma dell'evento

 


14/01/2011 - 15/04/2011
Call for paper TD54
 

L'e-learning e l'insegnamento della matematica nella scuola secondaria superiore e all'università

In questi ultimi anni le tecnologie dell'informazione e della comunicazione hanno giocato un ruolo crescente nell'educazione e sono state oggetto di un gran numero di studi ed esperienze. In questo quadro, l'e-learning sta assumendo un ruolo decisivo per le importanti opportunità educative che offre. In particolare, per le sue caratteristiche di flessibilità, può permettere di superare i limiti spaziali e temporali dell'insegnamento tradizionale, personalizzandolo e rendendolo così più vicino alle esigenze cognitive e affettive degli allievi. Tali potenzialità assumono una rilevanza cruciale a partire dalla scuola secondaria superiore, contesto in cui l'impatto con le discipline e le loro specificità pone problemi di flessibilità e personalizzazione del processo educativo. Questo è segnatamente vero per le discipline scientifiche. Il miglioramento della preparazione scientifica degli studenti della scuola secondaria, oltre ad avere un valore intrinseco, diventa cruciale anche in uno snodo particolarmente importante e da tempo problematico per il sistema italiano: il passaggio dalla scuola secondaria all'università. La matematica, in particolare, è un terreno privilegiato per affrontare questi temi, sia per il ruolo che gioca nei curricula pre-universitari, sia per le difficoltà specifiche che spesso produce.

Non basta però prendere atto delle opportunità: è necessario sfruttarle al meglio. Per questo sono necessari studi tesi a unire le potenzialità degli strumenti e-learning con le caratteristiche disciplinari della matematica, in modo da utilizzare le tecnologie in modo non generico ma per intervenire su difficoltà di apprendimento specifiche.

TD54 raccoglierà ricerche ed esperienze sull’uso dell'e-learning nell'insegnamento della matematica a livello di scuola secondaria superiore e di università. I contributi dovranno evidenziare l’integrazione fra la tecnologia e i risultati più recenti della ricerca in Educazione Matematica, con particolare riguardo alle applicazioni della linguistica e della semiotica all'educazione matematica, e alle ricerche sui fattori metacognitivi e affettivi, sui metodi cooperativi e le interazioni allievo-insegnante.

Ricercatori, docenti ed esperti del settore sono invitati a contribuire alla riflessione e alla ricerca su questo tema, inviando il proprio contributo entro il 15 aprile 2011, via e-mail, all'indirizzo TD@itd.cnr.it in accordo con le norme per la pubblicazione reperibili all'indirizzo http://www.tdmagazine.itd.cnr.it/norme.php .


http://www.tdmagazine.itd.cnr.it/norme.php
16/10/2010 - 15/01/2011
Call for paper TD53
 

Open Educational Resources - Risorse Educative Aperte

Il termine Open Educational Resources (OER - Risorse Educative Aperte), originariamente associato all’iniziativa del MIT di Boston che nel 2002 iniziò a rendere disponibili gratuitamente online i propri materiali didattici, si è arricchita negli anni di nuovi significati.

L'evoluzione del web verso ciò che oggi viene indicato come il Web 2.0 (che ha favorito una maggiore partecipazione degli utenti alla produzione di contenuti online), l'influenza dei modelli dell'Open Source e del Free Software, la diffusione di licenze d’uso che aprono alla possibilità di riuso dei contenuti online e, soprattutto, una maggiore consapevolezza dei docenti del ruolo attivo che possono giocare nella produzione di contenuti didattici digitali, sono tutti fattori che hanno portato alla nascita di iniziative significative, volte a evidenziare le potenzialità offerte dalla rete come ambiente per la condivisione di OER prodotte da comunità di insegnanti.

Ad un concetto iniziale di Open, che indica la possibilità per chiunque di fruire di un contenuto prodotto da altri, si è quindi affiancata un’idea di Open che consente di accedere all’interno del contenuto e di modificarlo in base alle proprie esigenze.

Entrambe le visioni offrono delle potenzialità enormi per il mondo dell’educazione, sia a livello di organizzazione, sia per il singolo docente, come dimostrato da importanti iniziative nel mondo. Nonostante ciò, il numero di docenti che in Italia e in Europa utilizza, produce o condivide OER è ancora estremamente limitato.

Le ragioni di questo ritardo sono riconducibili a numerosi fattori, e l'Unesco individua alcune azioni necessarie per superare gli ostacoli alla diffusione delle OER: aumentare la consapevolezza, tra docenti e stakeholders, delle potenzialità delle OER; rafforzare reti e comunità di persone interessate alle OER per favorire lo sviluppo di risorse; sviluppare le capacità e le abilità utili per produrre OER; porre in atto meccanismi che possano garantire la qualità delle risorse prodotte; individuare strategie che possano favorire la sostenibilità delle iniziative di OER.

TD 53 raccoglierà esperienze ed iniziative sulla produzione e condivisione di Open Educational Resources nella scuola o nel modo accademico, che evidenzino buone pratiche trasferibili o riadattabili in altri contesti. Si attendono, inoltre, contributi e riflessioni sul concetto di OER, sul loro ruolo all’interno della Scuola, dell'Università e, più in generale, della società della conoscenza.

Ricercatori, docenti ed esperti del settore sono invitati a contribuire alla riflessione su questo tema, inviando il proprio contributo entro il 15 gennaio 2011, via e-mail, all'indirizzo TD@itd.cnr.it seguendo le modalità indicate alla pagina Norme per la pubblicazione


/tdmagazine/norme.php
27/07/2010
Neuroscienze e TEL
Intervista

Intervista a Paul Howard-Jones leader del Theme Team NTEL (Neuroscience and Technology Enhanced Learning) nell'ambito della rete di eccellenza Stellar

 

Paul Howard-Jones è il coordinator di NEnet, un gruppo di ricercatori ed educatori che sono interessati a temi che riguardano le neuroscienze e l’educazione; NEnet opera presso la Graduate School of Education dell’Università di Bristol. Gli specifici interessi di ricerca del Dott. Howard-Jones riguardano l’applicazione all’educazione di bambini ed adulti dei risultati della ricerca scientifica nel campo della cognizione e delle neuroscienze. Nelle sue ricerche Howard-Jones esplora i vantaggi che le tecnologie emergenti possono offrire all’educazione, tenendo conto in maniera critica dei processi cognitivi implicati.

 

Download


05/05/2010 - 20/07/2010
TD51

Call for paper: Tecnologie didattiche e arte

 

Le tecnologie hanno un rapporto articolato e multiforme con l’arte, intesa in senso lato come attività umana volta a creare opere di valore estetico: tecnologie a supporto della creazione artistica; tecnologie che danno vita a nuove forme artistiche; tecnologie per la conservazione e la gestione di dati archivistici, inventariali, catalografici; tecnologie per lo studio, l’analisi e la fruizione delle opere d’arte; tecnologie per indagare il modo con cui le persone fruiscono dell’opera d’arte (sia un quadro, un film o un balletto) o si muovono negli spazi dedicati all’arte (per es., in un museo); tecnologie per l’allestimento di mostre ed esposizioni; tecnologie per la didattica, la divulgazione e la comunicazione di informazioni relative alle opere e al patrimonio artistico. Ma anche: tecnologie come possibile minaccia per l’arte, per gli artisti e per l’espressione artistica; tecnologie che mettono in discussione i criteri per valutare e comprendere l’arte, distinguendola da ciò che arte non è.

 

TD 51 ha l’ambizione di indagare le problematiche fra le tecnologie didattiche e lo sviluppo della capacità di relazionarsi con l’opera d’arte. Si attendono, in particolare, contributi che stimolino la riflessione e/o propongano specifiche risposte alle seguenti domande:

  • qual è il ruolo che le tecnologie possono rivestire nell’insegnamento e apprendimento delle arti?
  • quali sono le esperienze significative, gli approcci, i metodi e gli strumenti tecnologici per educare all’espressione artistica e alla creatività? Quali le competenze in gioco?
  • quali le esperienze, i metodi e gli strumenti tecnologici per indagare, analizzare e comprendere il patrimonio artistico presente e passato?

Ricercatori, docenti ed esperti del settore sono invitati a contribuire alla riflessione su questi temi, inviando il proprio contributo entro il 15 luglio 2010, via e-mail, all'indirizzo TD@itd.cnr.it seguendo le modalità indicate alla pagina Norme per la pubblicazione.


01/05/2010 - 30/12/2010
12 domande sulla creatività

L'Istituto Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ITD-CNR) sta conducendo un'indagine su come la scuola italiana affronta il tema dello sviluppo della creatività degli studenti.

Ti chiediamo di rispondere alla seguenti domande e ti ringraziamo per la collaborazione.

Questionario


01/05/2010 - 30/12/2010
Indagine sulla Creatività

L'Istituto Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ITD-CNR) sta conducendo un'indagine su:


Come gli studenti italiani vedono lo sviluppo della propria creatività in relazione all'esperienza scolastica e all'uso di tecnologia.

Ti chiediamo di rispondere alla seguenti 10 domande.

Questionario per studenti


Come i docenti affrontono il tema dello sviluppo della creatività.

Se sei un docente ti chiediamo di rispondere alla seguenti 12 domande.

Questionario per docenti


Vi ringraziamo per la collaborazione.


20/04/2010
TD50

Apprendere nella società della conoscenza

La società odierna è attraversata da dinamiche non immaginabili fino a pochi decenni or sono (crescente pervasività delle tecnologie digitali, sviluppo scientifico e tecnologico, nuovi comportamenti sociali, economie emergenti ...) che determinano l'esigenza di nuovi modelli per lo sviluppo e configurano il sapere come una risorsa sempre più strategica per il progresso economico, sociale e per la qualità della vita. La natura del sapere è cambiata e sta continuando a cambiare: da entità stabile e localizzata a entità dinamica e distribuita che l'individuo, lungo l'arco della vita, reperisce e costruisce in molti luoghi differenti. I processi e i sistemi educativi e formativi devono riconfigurarsi per tener conto dei nuovi bisogni individuali e sociali e delle mutate caratteristiche della popolazione che apprende.

TD 50 metterà il fuoco sulle problematiche che la società della conoscenza pone agli educatori e ai sistemi educativi dal punto di vista dei metodi e dei contenuti dell'apprendimento e del rapporto fra tecnologia ed educazione e fra scuola e società. Ci si attendono in particolare contributi che stimolino la riflessione e/o propongano specifiche risposte alle domande seguenti.

  • Quali nuove competenze cognitive e meta cognitive sono richieste nella società della conoscenza?
    Quali situazioni di apprendimento ne favoriscono lo sviluppo?
  • Quali sono le dimensioni del rapporto fra educazione ed Internet?
    Internet come universo enciclopedico?
    Luogo di connessione e partecipazione?
    Palestra cognitiva?
    Quali le competenze in gioco?
  • Apprendimento istituzionale e apprendimento informale:
    È importante connettere questi spazi di apprendimento?
    Quali sono i criteri e i modi per attivare percorsi di collegamento virtuosi fra di essi?
    Come attivare sinergie fra le competenze degli educatori e quelle degli allievi?
  • I sistemi educativi all'incrocio fra carenze tradizionali, nuovi bisogni educativi e nuove caratteristiche della popolazione studentesca:
    Come collegare sapere epidermico e sapere profondo, saperi stabili e saperi usa e getta?
    Saperi di cui si dispone e saperi di cui ancora non si dispone?
    Come integrare le modalità trasmissive del sapere con le modalità costruttive della bottega?
    Quali situazioni e quali modi di operare consentono di coinvolgere gli allievi e di generare significato?
  • Imparare a confrontarsi con una realtà di complessità crescente:
    Quali strumenti concettuali ci possono aiutare ad affrontare la complessità?
    Quali ambienti e situazioni possono favorire la capacità di agire nella complessità, di comunicare e imparare contenuti complessi?

Ricercatori, docenti ed esperti del settore sono invitati a contribuire alla riflessione su questi temi inviando il proprio contributo entro il 20 Aprile 2010,
via e-mail, all'indirizzo TD@itd.cnr.it seguendo le modalità indicate alla pagina Norme per la pubblicazione


http://www.itd.cnr.it/TDMagazine/norme.php
28/01/2010 - 28/01/2010
Tecnologia e Inclusione
Area della Ricerca del CNR di Genova

Il Collaborative Knowledge Building Group in collaborazione con l’ITD- CNR Genova
organizzano un seminario di studio sul tema Tecnologia e Inclusione.

Comitato Scientifico e Organizzativo:
Ottavia Albanese, Vincenza Benigno, Beatrice Ligorio


/download/Tecnologia-e-Inclusione.pdf
15/01/2010
TD49

Obiettivo del numero è esplorare come le conoscenze circa i meccanismi metacognitivi possano influenzare la progettazione di ambienti e strumenti di formazione a componente tecnologica.

Riteniamo infatti che sia importante disporre di strumenti capaci di stimolare negli studenti consapevolezza e auto-regolazione dei propri percorsi di apprendimento affinché questi risultino sempre più efficaci.

Ricercatori, docenti ed esperti nel settore sono invitati a contribuire alla riflessione su questo tema inviando il proprio contributo entro il 15 gennaio 2010, via e-mail all'indirizzo td49@itd.cnr.it, seguendo le modalità indicate sul sito della rivista: http://www.itd.cnr.it/TDMagazine/norme.php


http://www.itd.cnr.it/TDMagazine/norme.php
28/11/2008
SFIDA-30
Nizza

1ère Annonce

SFIDA-30

SÉMINAIRE FRANCO-ITALIEN DE DIDACTIQUE DE L'ALGÈBRE
SEMINARIO FRANCO-ITALIANO DI DIDATTICA DELL'ALGEBRA

Ferdinando ARZARELLO (Torino)
Giampaolo CHIAPPINI (Genova)
Nadia DOUEK (La Seyne)
Jean-Philippe DROUHARD (Nice)

Avec le support de l'IREM de Nice et le soutien de l'IUFM Célestin-Freinet (Universitéde Nice Sophia-Antipolis)

Séminaire spécial: quinze années de collaboration franco-italienne
Seminario speciale: quindici anni di collaborazione franco-italiana

Vendredi 28 novembre 2008 après midi
Samedi 29 novembre 2008

NICE

In occasione dei 15 anni di SFIDA è stato deciso di festeggiare l'avvenimento organizzando un seminario eccezionale, della durata di una giornata e mezza. Sarebbe molto gradito che oltre ai partecipanti soliti al seminario, possano ritrovarsi tutti coloro che hanno già avuto occasione di partecipare a SFIDA...e tutti coloro che hanno desiderato partecipare ma non sempre lo hanno potuto fare!

Se desiderate venire e/o presentare una comunicazione vogliate contattare il prima possibile Nadia Douek<ndouek@wanadoo.fr>.


22/10/2008 - 24/10/2008
Cognizione, apprendimento e tecnologie
Genova - CNR - Via de Marini 6, Torre di Francia, XI piano, Aula Leonardo

Giornate di studio ISTC-ITD

Logo workshop Istc-Itd

Scarica il programma e gli abstract degli interventi

L'evento, aperto al pubblico, è finanziato dal CNR nell'ambito del progetto Argomentazione e identità nella società della conoscenza: gli effetti della multiculturalità e delle nuove tecnologie (responsabile: Fabio Paglieri, ISTC-CNR), programma Promozione Ricerca 2005 - Progetto Giovani


PROGRAMMA

Mercoledì 22 ottobre 2008

14:45apertura dei lavori

La dimensione sociale dell'apprendimento: problemi, metodologie, esperienze (1)

15:00C. Castelfranchi, R. Falcone (ISTC) - Vatti a fidare: teorie, dinamiche e paradossi della fiducia
15:45G. Trentin (ITD) - Valutare la qualità e la sostenibilità dell'e-learning
16:30Pausa caffè
La dimensione sociale dell'apprendimento: problemi, metodologie, esperienze (2)
17:00R. Conte, M. Paolucci (ISTC) - La reputazione in rete
17:45G. Dettori, D. Persico (ITD) - L'apprendimento auto-regolato nel CSCL
18:30F. Tonucci (ISTC) - A cosa servono i bambini?
20:30Cena sociale

Giovedì 23 ottobre 2008

La dimensione sociale dell'apprendimento: problemi, metodologie, esperienze (3)
09:30F. Paglieri (ISTC) - Argomenti fra le righe: l'implicito nello studio empirico dell'argomentazione
10:15M. Delfino, S. Manca (ITD) - La CMC nell'apprendimento in rete: variabili cognitive, stili comunicativi e creatività linguistica
11:00Pausa caffè
Nuove tecnologie per l'apprendimento (1)
11:30D. Parisi (ISTC) - Che cosa hanno da dire oggi la scienza e la tecnologia sulla formazione?
12:15V. Midoro (ITD) - Che cosa vuol dire essere alfabetizzati nella società della conoscenza?
13:00Pranzo
Nuove tecnologie per l'apprendimento (2)
15:00O. Miglino, A. Di Ferdinando, M. Schembri, A. Venditti (ISTC / Università di Napoli Federico II) - EUTOPIA: un sistema autore per la realzzazione di &quot;Educationl Multiplayer On-Line Games&quot;
15:45G. Chiappini, B. Pedemonte, E. Robotti (ITD) - Tecnologia digitale e trasformazione dei processi di insegnamento/apprendimento della matematica: il caso Alnuset
16:30Pausa caffè
Nuove tecnologie per l'apprendimento (3)
17:00A. Chioccariello, M. Cerulli (ITD) - L'uso di rappresentazioni multiple nella didattica della matematica
17:45A. Cesta, G. Cortellessa (ISTC) - Aiuti cognitivi per la terza età“ l'esperienza di RoboCare

Venerdì 24 ottobre 2008

Apprendimento e sviluppo cognitivo (1)

09:00G. Olimpo (ITD) - Uso di linguaggi di rappresentazione in ambito educativo
09:45C. Burani (ISTC) - Dislessia evolutiva: una prospettiva psicolinguistica
10:30R. M. Bottino, E. Benigno, M. Ott, M. Tavella (ITD) - I giochi di pensiero digitali per valutare abilità di ragionamento: un progetto con classi della scuola primaria
11:15Pausa caffè

Apprendimento e sviluppo cognitivo (2)

11:45E. Pizzuto (ISTC) - Lingue dei segni e lingue verbali: rappresentazioni (e re nudi), modelli, sfide
12:30M. Ferraris, F. Caviglia (ITD) - Web e apprendimento: osservazioni sul processo di soluzione di problemi informativi in rete
13:15Conclusione dei lavori
LogoIstc
LogoCNR
LogoItd

07/09/2008 - 10/09/2008
ED-L2L, Learning to live in the knowledge society
Milano

Logo wcc2008

ED-L2L, Learning to live in the knowledge society is one of the co-located conferences of the 20th World Computer Congress (WCC2008), organized under the auspices of IFIP (International Federation for Information Processing)

ED-L2L will take place in Milan from 7th to 10th September 2008.

ED-L2L is devoted to themes related to the role of ICT for education in the knowledge society and provides an international forum for professionals from all continents.

ED-L2L is organised by the IFIP Technical Committee 3, Education, with the support of Istituto Tecnologie Didattiche, one of the research institutes of the Consiglio Nazionale delle Ricerche, devoted to the study of educational innovation brought about through the use of Information and Communication Technologies (ICT).

Aim

To provide an international forum for all interested to discuss research and practice in ICT and education, such as educators, researchers, policy makers, curricula designers, teacher educators, members of the Academia, teachers and content producers.

Themes

  • Developing digital literacy for the knowledge society: information problem solving, creating, capturing and transferring knowledge, commitment to lifelong learning
  • Learning from the past and looking at the future
  • Teaching and learning in the knowledge society, playful and fun learning at home and in the school
  • New models, processes and systems for formal and informal learning environments and organisations
  • Developing a collective intelligence, learning together and sharing the knowledge
  • ICT issues in education - ethics, equality, inclusion and parental role
  • Educating ICT professionals for the global knowledge society
  • Managing the transition to the knowledge society

http://www.ed-l2l.itd.cnr.it/
27/05/2008
Exploring Methods and Technologies for Teaching and Learning
Hotel La Torre - Via Piano Gallo 11 Mondello Lido - Palermo

Esplorare Metodi e Tecnologie per l'Insegnamento e l'Apprendimento

Innovazione tecnologica e ricerca scientifica rappresentano due attività strettamente correlate tra loro e ricoprono un ruolo sempre più rilevante per lo sviluppo delle competenze. Innovare significa progettare e produrre e conseguentemente accrescere i saperi e le competenze. La scuola, l'Università e i centri di formazione rappresentano dei microcosmi all'interno dei quali l'individuo viene formato. Qui si creano le fondamenta di ciò che diverrà nel futuro. Le conoscenze disciplinari degli insegnanti e la capacità di progettare, organizzare, gestire processi di apprendimento tesi a garantire la crescita culturale dei propri allievi, devono includere anche l'utilizzo delle tecnologie. La Fondazione R.U.I., l'Istituto per le Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Palermo e la Techsystem S.p.A nell'ambito del progetto CORFAD organizzano il convegno “Exploring Methods and Technologies for Teaching and Learning” una occasione di aggiornamento per gli educatori ed un'opportunità per ricercatori ed esperti del settore, per analizzare in un contesto internazionale l'impatto delle tecnologie informatiche applicate alla didattica come supporto al tradizionale apprendimento in aula. L'evento di chiusura del progetto CORFAD presenterà i risultati delle attività realizzate, i sistemi software sviluppati (Moule, Apprendimenti, Didactica, Mathemiamo, Gym2Learn) e le numerose testimonianze di studenti e docenti delle scuole coinvolte nel progetto.

Per informazioni ed iscrizioni: clicca qui oppure visita il sito web del progetto CORFAD www.corfad.it.

La partecipazione è gratuita.

Dalle 9.00 alle 14.00 è disponibile il servizio di traduzione simultanea.

PROGRAMMA
8.30-9.00 Registrazione partecipanti
Vittorio Midoro, Fabio Monti
Istituto per le Tecnologie Didattiche
Fondazione RUI -Palermo
Apertura dei Lavori
Mario Allegra, Giuseppe Chiazzese
Istituto per le Tecnologie Didattiche
Il progetto CORFAD: Laboratori per le Tecnologie Didattiche
Margarida Romero
E-learning & Lifelong learning specialist
ESADE Business School, Barcellona, ES
Metacognition in Interactive Learning Environments
11.00 – 11.15 Coffee break
Maria Cinque
Università Campus Bio-Medico di Roma
E-learning ed e-teaching: studenti e docenti nell'era del web 2.0
Agnes Kukulska-Hulme
Senior Lecturer in Educational Technology
Institute of Educational Technology
The Open University UK
What should we do with Jack-in-the-box? Anticipating surprises in mobile learning.
13.00 – 14.00 Lunch
Marco Arrigo, Onofrio Di Giuseppe
Istituto per le Tecnologie Didattiche
Percorsi didattici per le vie della città due anni di esperienze con l'ambiente MoULe
Testimonianze: ITC Pio La Torre e ITT Marco Polo, Palermo
Gabriella Nicolosi
Techsystem S.p.A.
Didactica: il portale e-learning come aula virtuale
Testimonianze: ITC Pio La Torre, Palermo
Gianluca Merlo, Giuseppe Chiazzese
Fondazione R.U.I.
Istituto per le Tecnologie Didattiche
Gym2Learn: un sistema per l'annotazione sul Web: esperienze di apprendimento metacognitivo in rete
Testimonianze: Istituto Magistrale Statale G.A. De Cosmi, Liceo Scientifico A. Einstein, Centro Scolastico Altavilla, Palermo, ITS G. Caruso, Alcamo (Tp)
16.40 – 17.00 Coffee break
Simona Ottaviano, Manuel Gentile
Istituto per le Tecnologie Didattiche
Mathemiamo: Percorsi in rete per imparare a comprendere i problemi matematici
Gabriella Nicolosi
Techsystem S.p.A.
Apprendimenti: Percorsi didattici e Ipertestuali nella formazione a distanza
Consegna degli attestati di partecipazione alla sperimentazione dei sistemi software
18.30 Chiusura dei lavori

Questo evento è stato realizzato nell'ambito del progetto “Centro di competenza per la promozione e il testing di metodologie e prototipi di ambienti per l'orientamento e la formazione a distanza” cofinanziato dall'Unione Europea nell'ambito del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FERS) – P.O.R. Sicilia 2000 – 2006 Misura 3.15 “Reti per lo sviluppo della ricerca scientifica” Azione C – Potenziamento delle infrastrutture e laboratori e laboratori esistenti per la realizzazione di centri di testing di nuove tecnologie.


www.corfad.it
09/05/2008
SFIDA-29
Istituto Tecnologie Didattiche - Via De Marini 6 - 11 Piano - Genova

Causa sciopero nazionale dei trasporti ferroviari e locali indetto da tutte le organizzazioni sindacali per il 9 Maggio 2008, il Seminario Franco Italiano di Didattica dell'Algebra (SFIDA 29) organizzato a Genova nello stesso giorno è annullato.

Sfida 29 si terrà il 27 Giugno a Nizza. Seguirà comunicazione al riguardo.


Venerdì 9 Maggio 2008

dalle 9 alle 12.15 et dalle 14 alle 17

Situazioni, regole e condensazioni nei segni della matematica

Ferdinando ARZARELLO (Torino)
Jean-Philippe DROUHARD (Nice)
Giampaolo CHIAPPINI (Genova)

Con il supporto dell'Istituto Tecnologie Didattiche del CNR di Genova


 9.00 –  9.40 Nadia Douek, La conceptualisation dans l'espace entre le signe et la signification, l'importance de l'ambiguïté

 9.40 – 10.20 Vicentini Caterina, "Azioni, procedimenti, oggetti e connessioni nel mondo simbolico: una via possibile verso la condensazione di concetti pensabili?"

10.20 – 11.00 Chiappini, Pedemonte, Robotti “Usare la tecnologia per innovare l’insegnamento dell'algebra: risultati di una sperimentazione con Alnuset”

11-00 – 11.30 Pausa caffe

11.30 – 12.00 Ernesto Rottoli, Disequazioni: un esempio di mediazione tra situazioni e regole.

12.00 – 12.40 Discussione

12.40 – 14.00 Pausa pranzo

14.00 – 14.40 Giorgio Bagni, ”Una lettura peirceana del ‘meccanismo’ di Wittgenstein”

14.40 – 15.20 Annalisa Cusi: Aspetti interpretativi nell'approccio alla dimostrazione in ambito aritmetico: primi risultati da studi sperimentali in corso

15.20 – 16.00 Nicolina Malara: Metodi e strumenti per promuovere negli insegnanti un approccio costruttivo all'early algebra.

16.00 – 16.30 Discussione

16.30 – 17.00 Organizzazione prossimo Seminario di SFIDA

17.00 –          Chiusura


Coloro che intendono presentare una comunicazione a SFIDA 29 sono pregati di contattare Giampaolo Chiappini all'indirizzo chiappini@itd.cnr.it

Coloro che intendono partecipare a SFIDA 29 sono pregati di comunicarlo a Caterina Roseo all'indirizzo roseo@itd.cnr.it


14/12/2007
SFIDA-28
Istituto Tecnologie Didattiche - Via De Marini 6 - 15 Piano - Genova

Venerdì 14 Dicembre 2007

dalle 9 alle 12.15 et dalle 14 alle 17


Aspetti semiotici, tecnologici e culturali coinvolti nell'apprendimento dell'algebra

Ferdinando ARZARELLO (Torino)
Jean-Philippe DROUHARD (Nice)
Giampaolo CHIAPPINI (Genova)

Con il supporto dell'Istituto Tecnologie Didattiche del CNR di Genova

Programma

9.00 - 9.30
J-Ph. Drouhard (CESAME, IUFM & IREM de Nice): "Vers un modèle 'en couches' de l'activité mathématique, suite à la tentative d'articuler l'épistémographie et la didactique des domaines d'expérience"
9.30 - 10.00
E. Rottoli "Early Algebra: il simbolo algebrico è storia delle attività"
10.00 - 10.45
O. Robutti "Modellizzare in un ambiente tecnologico condiviso"
10.45 - 11.15
Pausa caffé
11.15 - 12.00
L. Maffei, M.A. Mariotti, C. Sabena, "Il senso strutturale di un'espressione: proposta di un intervento didattico centrato su un artefatto"
12.00 - 12.45
Discussione
12.45 - 14.00
Pausa pranzo
14.00 - 14.30
G. Bagni: "Richard Rorty (1931-2007), in memoriam"
14.30 - 15.15
G. Chiappini, B. Pedemonte, E. Robotti, F. Vannucci "Uno scenario didattico centrato su Alnuset per favorire la comprensione dell'equivalenza e dell'uguaglianza algebrica"
15.15 - 15.45
P. Guidoni, "Basi del numero e/o basi dell'algebra? Esempi di attività in un approccio cognitivamente risonante"
15.45 - 16.00
J-Ph. Drouhard, M. Maurel & C. Sackur (CESAME, IREM de Nice): "Quelques questions à la théorie de l'embodiement (Lakoff et Núñez) pour ouvrir un débat lors de SFIDA-29"
16.00 - 16.30
Discussione
16.30 - 17.00
Organizzazione prossimo Seminario di SFIDA
17.00
Chiusura

Coloro che intendono partecipare a SFIDA 28 sono pregati di comunicarlo a Giampaolo Chiappini all'indirizzo chiappini@itd.cnr.it

Coloro che hanno bisogno di prenotare una camera in hotel possono contattare Caterina Roseo all'indirizzo roseo@itd.cnr.it


news.php?ID=41
06/11/2007
Laboratori di tecnologie didattiche: nuovi scenari per l'insegnamento e l'apprendimento
Aula Cocchiara del Consiglio Nazionale delle Ricerche - via Ugo La Malfa, 153 - Palermo

PROGRAMMA

8.30 Registrazione partecipanti
9.00 - 9.30 Saluto delle autorità
9.30 - 13.30 Relazioni
Moderatore: Fabio Monti, Fondazione RUI -Palermo

  • Il progetto CORFAD e l'evoluzione delle tecnologie per l'insegnamento e l'apprendimento
  • MoULe: un'esperienza di mobile learning a Palermo
  • Didactica: il portale e-learning come aula virtuale.
  • ApprendiMenti: Percorsi tematici e ipertesti nella Formazione A Distanza.
  • Gym2Learn. Un sistema di annotazione per la creazione di percorsi di apprendimento in rete Internet

Coffe break

  • Mathemiamo: Percorsi in rete per imparare a comprendere i problemi matematici
  • Docenti e studenti delle Scuole Superiori G. Garibaldi, G.A. De Cosmi e M. Polo di Palermo raccontano la loro esperienza
  • Consegna degli attestati di partecipazione alla sperimentazione

25/10/2007 - 06/11/2007
Imparare giocando con i robot
Genova - Festival della Scienza - Magazzini del cotono - Blocco 8

"Giochiamo con i robot" è un laboratorio interattivo per grandi e piccini. Lungo un percorso che va dalla telerobotica alla robotica evolutiva, il laboratorio sviluppa il tema di dare intelligenza ai robot.

Questo percorso, le cui tappe sono le varie installazioni, si conclude nella bottega dove è possibile costruire e programmare i propri robot o smontare e modificare quelli esposti durante il percorso didattico. I visitatori sono coinvolti in attività ludiche grazie alle quali possono entrare in contatto con alcune delle idee potenti della robotica, come "feedback" e "comportamenti emergenti".

Le scatole da costruzione robotiche permettono anche ai bambini di creare, assemblare e programmare i propri robot e agli insegnanti di sviluppare una proposta educativa che amplia le attività di laboratorio sperimentale non limitandole a sensori direttamente collegati ad un PC. Inoltre, questi kit di costruzione permettono di approcciare competenze e saperi che ragionevolmente prevediamo essere importanti domani quando le ragazze e i ragazzi a cui ci rivolgiamo oggi saranno cresciuti.

Chi viene al laboratorio è accolto all'ingresso da un "robot maggiordomo" che accompagna i visitatori alle varie installazioni fornendo una prima introduzione. Le installazioni comprendono:

  • i fotovori, robot autonomi che si nutrono di luce grazie ad una cella solare;
  • SwarmBot, robot che si muovono su una piattaforma con 100 lampadine che possono essere accese o spente creando un ambiente mutevole che dà origine a interessanti dinamiche di gruppo;
  • SpyBot, robot teleguidato dotato di una telecamera con cui si esplora un labirinto;
  • RobotSoccer, due robot che vengono programmati per giocare a pallone;
  • BreedBot, popolazione di robot priva di una programmazione ma libera di evolvere, a cui seguirà una selezione degli esemplari più adatti al compito che vorremo essere eseguito
  • la bottega, dove si possono smontare, modificare o costruire robot.

Nei tempi limitati di una visita al laboratorio non è possibile sviluppare progetti autonomi e creativi e far seguire alle attività di costruzione momenti di riflessione e discussione collettiva indispensabili all'apprendimento, ma auspichiamo di suscitare abbastanza interesse e curiosità affinché genitori ed insegnanti consultino le nostre proposte educative sul sito web associato al laboratorio

A cura di: Istituto per le Tecnologie Didattiche e Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR, Dipartimento di Elettronica e di Informazione (Politecnico di Milano), Dipartimento di Scienze Relazionali "G. Iacono" (Università di Napoli Federico II) e Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione "Riccardo Massa" (Università di Milano-Bicocca).


http://blog.itd.cnr.it/robot
28/09/2007
Le Tecnologie al servizio di una didattica basata sulla condivisione della conoscenza
Consiglio Nazionale delle Ricerche
Via Ugo La Malfa 153 - Palermo
Aula Cocchiara

SLOOP è un progetto europeo promosso dall'ITSOS "Marie Curie" e finanziato dall'Unione Europea nel programma Leonardo Da Vinci. Obiettivo del progetto è la messa in condivisione di risorse didattiche liberamente utilizzabili, modificabili e distribuirli in modo da facilitare l'integrazione della formazione in rete con la formazione in presenza. FreeLoms è lo strumento tecnologico realizzato, nel corso del progetto, dall'Istituto per le Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Palermo che rende possibile un ambiente per la condivisione e la costruzione collaborativa di Learning Object. Nel corso del progetto sono stati realizzati numerosi learning Object che sono già disponibili per le scuole e gli insegnanti interessati.

Il Seminario e il Workshop si terranno il 28 settembre 2007 presso:

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche
Via Ugo La Malfa 153 - Palermo
Aula Cocchiara

Segreteria organizzativa:

CNR ITD Palermo
Tel.:0916809200
Fax :0916809239
Mail:sloopgroup(AT)itd.cnr.it

Programma:

OreAutoreTitolo
09.00Registrazione dei Partecipanti
09.30Mario Allegra - Responsabile della sezione di Palermo del Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto per le Tecnologie DidatticheApertura dei lavori
09.45Clementina Muritano - Ministero della Pubblica Istruzione - Direzione Generale per gli affari internazionaliLe nuove tecnologie nel nuovo programma comunitario leonardo da vinci sull'apprendimento permanente.
10.00Francesca Trani - Agenzia Nazionale Leonardo Da VinciLa disseminazione e la valorizzazione dei risultati del progetto SLOOP.
10.15

Vincenzina Guzzi - Dirigente scolastico ITSOS "Marie Curie" (promotore progetto SLOOP);

Pierfranco Ravotto - Coordinatore progetto SLOOP;

Giovanni Fulantelli - Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto per le Tecnologie Didattiche;

Condivisione e costruzione collaborativa della conoscenza: il progetto SLOOP e la piattaforma FREELOMS.
11.15Coffe Break
11.30

Moderatore: Giorgio Olimpo - Direttore Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto per le Tecnologie Didattiche;

Giovanni Biondi - Direttore Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica - exINDIRE;

Mirella Scharef Casini - CNIPA Centro Nazionale per L'informatica nella Pubblica Amministrazione;

Annamaria Fichera - Ministero della Pubblica Istruzione - Direzione generale per gli affari internazionali - PON Scuola;

Antonio Fini - Laboratorio Tecnologie dell'Educazione dell'Università di Firenze;

Matteo Uggeri - Centro METID Politecnico di Milano;

Tavola rotonda: Risorse didattiche per l'e-learning e condivisione della conoscenza, esperienze a confronto.
12.45Guido Di Stefano - Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia - Ministero della pubblica IstruzioneConclusioni
Workshop
15.00

Manuel Gentile e Davide Taibi - Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto per le Tecnologie Didattiche;

Francesca Berengo ITSOS "Marie Curie";

Registrazioni sul sito SLOOP ed uso della piattaforma FREELOMS

La partecipazione al seminario-workshop è gratuita. Occorre registrarsi compilando l'apposito modulo di registrazione sottostante, oppure inviando una mail all'indirizzo: sloopgroup(AT)itd.cnr.it

Logo Progetto SLOOP Logo Leonardo Da Vinci Ministero della Pubblica Istruzione Logo ITSOS

07/09/2007 - 10/09/2007
ED-L2L learning to Live in the Knowledge Society
Milano

ED-L2L, Learning to live in the knowledge society is one of the co-located conferences of the 20th World Computer Congress (WCC2008), organized under the auspices of IFIP (International Federation for Information Processing)

ED-L2L will take place in Milan from 7th to 10th September 2008.

ED-L2L is devoted to themes related to the role of ICT for education in the knowledge society and provides an international forum for professionals from all continents.

ED-L2L is organised by the IFIP Technical Committee 3, Education, with the support of Istituto Tecnologie Didattiche, one of the research institutes of the Consiglio Nazionale delle Ricerche, devoted to the study of educational innovation brought about through the use of Information and Communication Technologies (ICT).


http://ulearn.itd.cnr.it/wcc08/index.html
15/02/2007
Qualità, Innovazione e Trasferimento
Roma - Sede centrale del CNR, aula Marconi

Il workshop conclusivo del progetto triennale FIRB "Nuove tecnologie per la formazione permanente e reti nel sistema socioeconomico italiano" si terrà a Roma presso la sede del CNR di Piazzale Aldo Moro 7 - Aula Marconi il 15 febbraio 2007 dalle ore 10.00 alle ore 13.30.

Il workshop ha l'obiettivo di presentare alla comunità scientifica nazionale l'impianto e gli esiti del progetto e di aprire un tavolo di discussione con studiosi, esperti, stakeholders di rilevanza nazionale e internazionale per individuare possibili scenari di applicazione e trasferimento dei prodotti realizzati e di sviluppo della ricerca.

Programma del workshop

Per informazioni:
Manuela Delfino, Stefania Manca, Donatella Persico
Istituto per le Tecnologie Didattiche - CNR, Genova
Tel. 010/6475349 - 010/6475325 - 010/6475313
Fax 010/6475300

La sede del CNR è raggiungibile con la Metropolitana di Roma: Linea A fermata Stazione Termini, Linea B fermata Castro Pretorio


25/12/2006
BUON NATALE
albero di Natale

Afrikaans: Gesëende Kersfees
Afrikander: Een Plesierige Kerfees
African/ Eritrean/ Tigrinja: Rehus-Beal-Ledeats
Albanian:Gezur Krislinjden
Arabic: Milad Majid
Argentine: Feliz Navidad
Armenian: Shenoraavor Nor Dari yev Pari Gaghand
Azeri: Tezze Iliniz Yahsi Olsun
Bahasa Malaysia: Selamat Hari Natal
Basque: Zorionak eta Urte Berri On!
Bengali: Shuvo Naba Barsha
Bohemian: Vesele Vanoce
Brazilian: Feliz Natal
Breton: Nedeleg laouen na bloavezh mat
Bulgarian: Tchestita Koleda; Tchestito Rojdestvo Hristovo
Catalan: Bon Nadal i un Bon Any Nou!
Chile: Feliz Navidad
Chinese: (Cantonese) Gun Tso Sun Tan'Gung Haw Sun
Chinese: (Mandarin) Kung His Hsin Nien bing Chu Shen Tan
Choctaw: Yukpa, Nitak Hollo Chito
Columbia: Feliz Navidad y Próspero Año Nuevo
Cornish: Nadelik looan na looan blethen noweth
Corsian: Pace e salute
Crazanian: Rot Yikji Dol La Roo
Cree: Mitho Makosi Kesikansi
Croatian: Sretan Bozic
Czech: Prejeme Vam Vesele Vanoce a stastny Novy Rok
Danish: Glædelig Jul
Duri: Christmas-e- Shoma Mobarak
Dutch: Vrolijk Kerstfeest en een Gelukkig Nieuwjaar! or Zalig Kerstfeast
English: Merry Christmas
Eskimo: (inupik) Jutdlime pivdluarit ukiortame pivdluaritlo!
Esperanto: Gajan Kristnaskon
Estonian: Ruumsaid juulup|hi
Ethiopian: (Amharic) Melkin Yelidet Beaal
Faeroese: Gledhilig jol og eydnurikt nyggjar!
Farsi: Cristmas-e-shoma mobarak bashad
Finnish: Hyvaa joulua
Flemish: Zalig Kerstfeest en Gelukkig nieuw jaar
French: Joyeux Noel
Frisian: Noflike Krystdagen en in protte Lok en Seine yn it Nije Jier!
Galician: Bo Nada
Gaelic: Nollaig chridheil agus Bliadhna mhath úr!
German: Froehliche Weihnachten
Greek: Kala Christouyenna!
Haiti: (Creole) Jwaye Nowel or to Jesus Edo Bri'cho o Rish D'Shato Brichto
Hausa: Barka da Kirsimatikuma Barka da Sabuwar Shekara!
Hawaiian: Mele Kalikimaka
Hebrew: Mo'adim Lesimkha. Chena tova
Hindi: Shub Naya Baras
Hausa: Barka da Kirsimatikuma Barka da Sabuwar Shekara!
Hawaian: Mele Kalikimaka ame Hauoli Makahiki Hou!
Hungarian: Kellemes Karacsonyi unnepeket
Icelandic: Gledileg Jol
Indonesian: Selamat Hari Natal
Iraqi: Idah Saidan Wa Sanah Jadidah
Irish: Nollaig Shona Dhuit, or Nodlaig mhaith chugnat
Iroquois: Ojenyunyat Sungwiyadeson honungradon nagwutut. Ojenyunyat osrasay.
Italian: Buon Natale
Japanese: Shinnen omedeto. Kurisumasu Omedeto
Jiberish: Mithag Crithagsigathmithags
Korean: Sung Tan Chuk Ha
Lao: souksan van Christmas
Latin: Natale hilare et Annum Faustum!
Latvian: Prieci'gus Ziemsve'tkus un Laimi'gu Jauno Gadu!
Lausitzian:Wjesole hody a strowe nowe leto
Lettish: Priecigus Ziemassvetkus
Lithuanian: Linksmu Kaledu
Low Saxon: Heughliche Winachten un 'n moi Nijaar
Macedonian: Sreken Bozhik
Maltese: IL-Milied It-tajjeb
Manx: Nollick ghennal as blein vie noa
Maori: Meri Kirihimete
Marathi: Shub Naya Varsh
Navajo: Merry Keshmish
Norwegian: God Jul, or Gledelig Jul
Occitan: Pulit nadal e bona annado
Papiamento: Bon Pasco
Papua New Guinea: Bikpela hamamas blong dispela Krismas na Nupela yia i go long yu
Pennsylvania German: En frehlicher Grischtdaag un en hallich Nei Yaahr!
Peru: Feliz Navidad y un Venturoso Año Nuevo
Philipines: Maligayan Pasko!
Polish: Wesolych Swiat Bozego Narodzenia or Boze Narodzenie
Portuguese:Feliz Natal
Pushto: Christmas Aao Ne-way Kaal Mo Mobarak Sha
Rapa-Nui (Easter Island): Mata-Ki-Te-Rangi. Te-Pito-O-Te-Henua
Rhetian: Bellas festas da nadal e bun onn
Romanche: (sursilvan dialect): Legreivlas fiastas da Nadal e bien niev onn!
Rumanian: Sarbatori vesele
Russian: Pozdrevlyayu s prazdnikom Rozhdestva is Novim Godom
Sami: Buorrit Juovllat
Samoan: La Maunia Le Kilisimasi Ma Le Tausaga Fou
Sardinian: Bonu nadale e prosperu annu nou
Serbian: Hristos se rodi
Slovakian: Sretan Bozic or Vesele vianoce
Sami: Buorrit Juovllat
Samoan: La Maunia Le Kilisimasi Ma Le Tausaga Fou
Scots Gaelic: Nollaig chridheil huibh
Serb-Croatian: Sretam Bozic. Vesela Nova Godina
Serbian: Hristos se rodi.
Singhalese: Subha nath thalak Vewa. Subha Aluth Awrudhak Vewa
Slovak: Vesele Vianoce. A stastlivy Novy Rok
Slovene: Vesele Bozicne Praznike Srecno Novo Leto or Vesel Bozic in srecno Novo leto
Spanish: Feliz Navidad
Swedish: God Jul and (Och) Ett Gott Nytt År
Tagalog: Maligayamg Pasko. Masaganang Bagong Taon
Tami: Nathar Puthu Varuda Valthukkal
Trukeese: (Micronesian) Neekiriisimas annim oo iyer seefe feyiyeech!
Thai: Sawadee Pee Mai or souksan wan Christmas
Turkish: Noeliniz Ve Yeni Yiliniz Kutlu Olsun
Ukrainian: Srozhdestvom Kristovym
Urdu: Naya Saal Mubarak Ho
Vietnamese: Chung Mung Giang Sinh
Welsh: Nadolig Llawen
Yugoslavian: Cestitamo Bozic
Yoruba: E ku odun, e ku iye'dun!

Holly Bar

23/12/2006
TD in rete
http://www.tdjournal.itd.cnr.it/
C'è una novità: da oggi, sono accessibili in rete gratuitamente tutti gli articoli dei numeri di TD, ad eccezione dell’ultima annata, che rimarrà privilegio degli abbonati. Più di duecento articoli scritti da oltre trecento autori saranno disponibili per tutti. E questo patrimonio si arricchirà continuamente. TD fa già parte degli strumenti usati da chi opera nel settore delle tecnologie didattiche in Italia. La speranza è che questa iniziativa favorisca ulteriormente la diffusione delle idee, degli strumenti, dell’esperienze di ricercatori, pensatori, dei singoli insegnanti, e che tale diffusione contribuisca alla crescita del nostro settore.
Ma c'è anche un altro aspetto che ci ha spinto a questa decisione ed è l’idea alla base della nascita negli Stati Uniti dell’associazione no-profit Creative Commons, il cui motto è: share, reuse, and remix - legally. Al di là degli aspetti legali, legati al passaggio da "Tutti diritti riservati" ad "Alcuni diritti riservati", appare forte l’idea che vede la conoscenza come un bene di tutti, liberamente accessibile. Un bene che si sviluppa in uno sforzo creativo collettivo, che utilizza esplicitamente come mattoni le conoscenze elaborate dai singoli, i quali a loro volta possono riconoscere, e vedere riconosciuto, il loro contributo alla crescita di questa opera comune.
La tendenza di rendere disponibili gratuitamente materiali di conoscenza sta affermandosi negli ambienti più avanzati della scienza e della cultura. Il progetto MIT OpenCourseWare (MIT OCW) ad esempio mira a fornire un accesso gratuito a tutti i materiali dei corsi del MIT, rendendoli disponibili per gli educatori e gli studenti di tutto il mondo, e a estendere il concetto di MIT OCW e di “opencourseware” a livello mondiale.
L'idea è che un giorno esisterà una vasta rete di università in tutto il mondo capace di offrire gratuitamente materiali di alta qualità, creando una rete globale di conoscenze in grado di migliorare l’apprendimento a livello planetario. E questa idea guida anche l’Open University inglese che ha varato un progetto per rendere liberamente accessibili tutti i suoi materiali.
Siamo anche convinti che il rendere i materiali liberamente accessibili a tutti, paradossalmente, potrà contribuire anche al superamento della “cattiva pratica” di riutilizzo di intere parti prese dalla rete senza citarne la fonte. Se il materiale è liberamente accessibile da tutti, sarà facile per chiunque verificare l’origine dei materiali e delle idee. Pablo Picasso una volta disse «Un imitatore ruba da una persona. Un vero artista ruba da tutti». Nulla di male copiare, grave copiare senza citare da chi!
I nostri articoli saranno liberamente accessibili in modalità di lettura, e chi vorrà riusare loro parti dovrà sempre citare la fonte. Ovviamente, senza l’esplicito consenso degli autori, non potrà essere fatto commercio di prodotti realizzati riusando i materiali di TD gratuitamente disponibili in rete.
Un’ultima osservazione. L’esperienza suggerisce che i libri in rete non danneggiano, anzi talvolta favoriscono, la diffusione della loro versione cartacea.
Così siamo convinti che questa iniziativa non “danneggerà” la diffusione della versione cartacea della rivista, che rimarrà sempre un comodo strumento di lavoro.
http://www.tdjournal.itd.cnr.it/
01/11/2006 - 05/12/2006
Master Universitario di primo livello "E-learning per la scuola l'università e l'impresa
Facoltà di Scienze della Formazione (Università di Genova)

in collaborazione con l'Istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR e l'Associazione Italiana per l'Intelligenza Artificiale.

La quarta edizione del Master fornisce le competenze necessarie per padroneggiare l'intero processo che porta alla realizzazione, erogazione e gestione di un corso in modalità; e-learning. In particolare il fuoco è sulla realizzazione di materiali didattici in formato digitale.

I destinatari devono aver conseguito un diploma di laurea di primo o secondo livello o un diploma universitario.
Tempi: un anno accademico.
Crediti Formativi: 60.
Ore di didattica (distanza+presenza): 1500.
Riconoscimento nel mondo della Scuola (graduatorie permanenti): "Secondo la normativa vigente a partire dall'anno scolastico 2005/2006 (http://www.parlamento.it/parlam/leggi/05043l.htm) per ogni diploma di specializzazione o master universitario di durata almeno annuale con esame finale, coerente con gli insegnamenti cui si riferisce la graduatoria, sono attribuiti punti 3."

Scadenza bando: 5 dicembre 2006.


http://masterelearning.unige.it/
28/06/2006
Workshop sul tema "E-Learning: un'agenda di lavoro"
Ore 14:00, Aula Magna della Facoltà di Scienze della Formazione, Corso Andrea Podestà

Sulla base dell'esperienza di sviluppo dei nuovi strumenti integrati nel portale E-Learning, realizzato nell'ambito del progetto CampusOne, viene proposto un approfondimento e discussione sui seguenti temi:

  • Analisi critica degli indicatori di qualità nell'E-Learning;
  • Strumenti autore per lo sviluppo di materiali didattici;
  • Strategie didattiche sincrone basate su sistemi di audioconferenza.

Tale workshop, organizzato nell'ambito delle attività per il Dottorato di Ricerca "Arti Culture e Nuove Tecnologie", è aperto a tutti gli interessati all'argomento.


http://www.elkm.unige.it
23/06/2006
Software didattico per l'inglese nella scuola primaria
ITD-CNR, Genova

Questo workshop rappresenta un'occasione per conoscere meglio le potenzialità del software didattico nell'apprendimento/insegnamento della lingua straniera nella scuola primaria, sia nel contesto strettamente disciplinare che in ambito interdisciplinare.

Jeffrey Earp, responsabile del settore lingue della Biblioteca del Software Didattico (ITD-CNR), illustrerà i servizi a disposizione dei docenti per la scelta di risorse multimediali e guiderà i partecipanti nella consultazione dei prodotti utili alla didattica.

Il workshop è riservato ad un numero limitato di partecipanti. Per l'iscrizione si prega di scrivere a Jeffrey Earp.

I docenti riceveranno un attesto di partecipazione.

Data: Venerdì 23 giugno 2006

Orario: 15.00-18.00

Sede: Istituto per le Tecnologie Didattiche, Via De Marini 6, Genova.


13/06/2006
Presentazione EBlocks
ITD-CNR, Genova

L'Istituto per le Tecnologie Didattiche del CNR vi invita cordialmente a partecipare alla seguente presentazione, curata dalla ditta internazionale Marathon Group.

E-Blocks - il sistema multimediale/multisensoriale destinato ai bambini dai 4-10 anni per la familiarizzazione con la lingua inglese e lo sviluppo delle competenze linguistiche.

Data

Martedì 13 giugno, 2006

Orario

15.00-17.00 circa

Sede

ITD-CNR, Via De Marini 6, Genova.

Per consentire ai partecipanti di provare il sistema personalmente, l'iniziativa è riservata ad un numero limitato di persone. Per l'iscrizione si prega di contattare Jeffrey Earp.

Descrizione

(tratto dal sito web del prodotto)

E-Blocks is a research-based, innovative method for teaching English as a Second Language and for initial literacy exposure. Based on the well-known premise that children learn by doing, the E-Blocks approach provides unlimited hands-on interaction between children (ages 4 to 10) and the content matter, which can be defined by the teacher.

E-Blocks employs a revolutionary sensory panel that makes it easy for students of all skill levels to interact with engaging multimedia software. Children identify letters, spell words, and build sentences by placing palm-sized blocks labelled with letters and symbols into the panel's sensory pockets. The intuitive and manipulative nature of the interface makes it universally accessible. Students with limited previous exposure to English and to technology can all benefit from E-Blocks.

E-Blocks is used for teaching English as a Second Language and for initial literacy exposure in:

  • Pre-schools and Kindergartens
  • Primary schools
  • Language centres or ESL programs

20/04/2006
Software didattico per l'inglese nella scuola primaria
ITD-CNR, Genova

Questo workshop rappresenta un'occasione per conoscere meglio le potenzialità del software didattico nell'apprendimento/insegnamento della lingua straniera nella scuola primaria, sia nel contesto strettamente disciplinare che in ambito interdisciplinare.

Jeffrey Earp, responsabile del settore lingue della Biblioteca del Software Didattico (ITD-CNR), illustrerà i servizi a disposizione dei docenti per la scelta di risorse multimediali e guiderà i partecipanti nella consultazione dei prodotti utili alla didattica.

Il workshop è riservato ad un numero limitato di partecipanti. Per l'iscrizione si prega di scrivere a Jeffrey Earp.

I docenti riceveranno un attestato di partecipazione.

Data: Venerdì 23 giugno 2006

Orario: 15.00-18.00

Sede: Istituto per le Tecnologie Didattiche, Via De Marini 6, Genova.


06/04/2006
Technology-Mediated Narrative Environments for Learning

(SensePublishers 2006, ISBN: 90-77874-15-1) è il primo libro sugli ambienti di apprendimento narrativi, prodotto nell'ambito dello Special Interest Group "Narrative and Learning Environments" (http://www.noe-kaleidoscope.org/nle/) della rete di eccellenza Kaleidocope, di cui l'ITD fa parte.

Il volume è stato curato da due ricercatrici dell'Istituto Tecnologie Didattiche - Giuliana Dettori e Tania Giannetti - in collaborazione con Ana Paiva e Ana Vaz dell'INESC-ID (Lisbona, Portogallo).

L'editore consente il download gratuito del volume in formato PDF non stampabile all'indirizzo http://www.sensepublishers.com/books/otherbooks/90-77874-15-1.htm

Narrative has always been used as a means for learning, both in school and in informal contexts.
Technology has further increased the possibilities of exploiting its potential for education. Is there an added value, though, in using technology to realize narrative learning experiences? And what are the advantages of embedding narrative in technology-based learning environments? Addressing such questions is the aim and focus of this volume.

The book includes 12 chapters analysing different ways of building and using technology-mediated narrative learning environments or highlighting aspects that can help the reader gain a deeper understanding of their educational potential. The focus is not limited to cognition, but includes also motivation and emotion, which are important components of learning.

The book originates from the work of the Special Interest Group "Narrative and Learning Environments"of the Kaleidoscope Network of Excellence. It is addressed to teachers, educators, parents, cultural operators, researchers and software designers, and aims to help all of them increase their ability to exploit, appreciate and enjoy their work with technology-mediated narrative learning environments.

172 pages


03/12/2005
Seminario regionale "I bambini e le lingue"
Biblioteca Internazionale De Amicis, Magazzini del Cotone, Area Porto Antico - Genova

Programma

Mattina 9.30 - 13.00

Saluti
Presentazione del progetto Ap.p.l.e. : Apprendimento precoce lingue europee
Cristina Dichirico (Irre Lombardia), Paola Traverso (Irre Liguria)
Lingue comunitarie: scuola dell'infanzia e oltre
Cristina Dichirico (Irre Lombardia)
Risorse per l'insegnamento molto precoce delle lingue
"Libri autentici" Paola Traverso (Irre Liguria)
Materiali multimediali Jeffrey Earp (ITD CNR)
Risorse del Programma Socrates: Comenius e assistente di lingua
Alixia Patri (I Circolo Didattico Sanremo, Imperia )

Pomeriggio 14,30 - 17.30

La progettazione di un curricolo verticale di lingua straniera
Celestina Cielo (Irre Piemonte)
Percorsi all'interno di un curricolo verticale
Il curricolo di inglese Silvana Rampone (D.D. IV Circolo Pinerolo-Torino)
Il curricolo di francese Stefania Girodo Grant (Valle D'Aosta)
Un'esperienza di continuità fra scuola dell'infanzia e primaria Paola Puglisi (I.C. Serra Riccò- Genova)
Conclusioni

23/11/2005 - 25/11/2005
Convegno handyTED 2005
Genova

Si terrà dal 23 al 25 novembre 2005, presso Fiera di Genova, nell'ambito del salone ABCD.

handyTED ha l'obiettivo di:

  • informare sui risultati delle più recenti ricerche scientifiche e innovazioni tecnologiche finalizzate al supporto della didattica e dell'apprendimento delle persone disabili;
  • presentare le applicazioni pratiche delle tecnologie informatiche più innovative per l'integrazione scolastica dei disabili;
  • far emergere le Buone Prassi attuate nella scuola italiana con l'uso delle tecnologie;
  • diffondere alcune esperienze di uso delle TIC, realizzate nei centri ausili e di riabilitazione e prevalentemente finalizzate a rendere possibile/migliorare l'apprendimento.

handyTED si rivolge ai ragazzi disabili, ai loro genitori, agli insegnanti, agli operatori della riabilitazione, ai ricercatori e agli specialisti del settore.

Sul sito del convegno sono disponibili il programma, le sintesi dei contributi e gli atti completi del Convegno.


http://www.itd.cnr.it/handyted2005
16/03/2005 - 18/03/2005
SETTIMANA della CULTURA SCIENTIFICA e TECNOLOGICA
Area della ricerca di Genova

DAL CNR ALLA SCUOLA
Ricerca educativa e divulgazione scientifica per il mondo della scuola

Via de Marini 16, Genova - Aula Convegni, 11° Piano

16-18 marzo 2005


Mercoledì 16 marzo ore 10-12
Comunicazione cellulare: perché un neurone e una cellula di carota non sono poi così diversi,
Franco Gambale, Istituto di Biofisica
Mercoledì 16 marzo ore 15-17
Gare e competizioni fra robot,
A. Chioccariello, Istituto per le Tecnologie Didattiche e Gianmarco Veruggio, Istituto di Studi sui Sistemi Intelligenti per l’Automazione
Giovedì 17 marzo ore 10-12
Si può davvero imparare l’inglese con Internet?,
Jeff Earp, Istituto per le Tecnologie Didattiche
Giovedì 17 marzo ore 15-17
Capire i fenomeni complessi con gli esperimenti interattivi,
Maria Grazia Dondi, Università di Genova e Daniela Gaggero, Francesca Messina, Filippo Sozzi, INFM, Genova
Venerdì 18 marzo ore 10-12 [ANNULLATO PER SCIOPERO GENERALE NAZIONALE DEL PUBBLICO IMPIEGO]
Il fascino della lingua nell’era di Internet,
Eugenio Picchi, Manuela Sassi, Eva Sassolini, Istituto di Linguistica Computazionale
Venerdì 18 marzo ore 15-17 [ANNULLATO PER SCIOPERO GENERALE NAZIONALE DEL PUBBLICO IMPIEGO]
La violenza umana: capirla, prevenirla, ridurla,
Camilla Pagani e Francesco Robustelli, Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione

I seminari sono rivolti ad un pubblico di insegnanti e di studenti di scuola media superiore e prevedono la presentazione di filmati, software interattivi e specifici strumenti.

La durata prevista per ogni seminario è di due ore circa.

Poiché la capienza massima dell’aula è di 99 posti, si suggerisce di prenotare telefonando al numero 010 6475303 o inviando un e-mail a roseo@itd.cnr.it


09/03/2005 - 11/03/2005
ICMTL 2005
Palermo

L'Istituto per le Tecnologie Didattiche organizza la prima conferenza internazionale su metodi e tecnologie per l'apprendimento. L'obiettivo della conferenza sarà quello di fornire una panoramica internazionale delle recenti innovazioni e risultati della ricerca scientifica nel settore delle Tecnologie Informatiche della Comunicazione applicate ai processi di insegnamento e apprendimento.


http://icmtl.pa.itd.cnr.it
28/10/2004
Come costruire conoscenza in rete?
Genova, Area della Ricerca CNR
Via de Marini 16 - 11° piano, sala Leonardo

Il Workshop Come costruire conoscenza in rete? si inserisce tra le iniziative scientifiche proposte nell'ambito del progetto di ricerca "Nuove tecnologie per la formazione permanente e reti nel sistema socioeconomico italiano".

Durante l'incontro, aperto al pubblico, le unità di ricerca coinvolte nel progetto presenteranno lo stato d'avanzamento dei lavori sui temi dell'e-learning.

Le relazioni in programma sono di interesse per tutti coloro che desiderano approfondire le tematiche legate all'e-learning, ai metodi e agli strumenti che lo supportano, in un'ottica di apprendimento lungo l'arco della vita.


http://td-ssis.itd.ge.cnr.it:81/workshop-firb2004/index.html
28/05/2004
Conferenza di Giorgio Olimpo
Mostra micro&Macro
sul tema: \"La tecnologia come amplificatore cognitivo: il ruolo delle tecnologie didattiche nei processi di apprendimento\".
29/04/2004
Workshop L'inglese per i bambini con la rete e la multimedialità
EXPO Milano - All'interno dello stand del CNR, padiglione 11

Quando:
29 aprile 2004 dalle 14 alle 16

Attività:
In questo workshop si analizzeranno, con Jeffrey Earp (ITD-CNR), le opportunità che le risorse multimediali e telematiche possono offrire per stimolare e arricchire l’apprendimento della lingua inglese nella scuola primaria; particolare attenzione sarà dedicata agli aspetti didattici e operativi relativi alla multimedialità per la didattica della lingua straniera.
Verrà esaminata una serie di risorse diverse:
• di tipo offline: software didattico su CD-Rom, DVD, oppure scaricabile da rete,
• di tipo online: risorse telematiche presenti sul World Wide Web,
• di tipo “ibrido” che mette a frutto i vantaggi offerti da entrambi le tecnologie.
Gli esempi presi in considerazione includeranno veri e propri corsi di lingua inglese, eserciziari che propongono attività diverse, giochi finalizzati all’apprendimento linguistico, i cosiddetti “talking books” (libri elettronici con funzionalità multimediali), dizionari multimediali, sistemi autore per la creazione di prodotti e di esercizi multimediali.

Si vedrà in che modo questi mezzi possono aiutare ad accrescere la curiosità spontanea che molti bambini dimostrano verso la lingua straniera e come possono favorire quella inclinazione naturale ad esplorare, emulare, provare, sperimentare.
Questi aspetti dell’apprendimento linguistico sono particolarmente importanti per poter coinvolgere attivamente tutti i bambini nel processo didattico, anche quelli che, per vari motivi, possono dimostrare disinteresse, distrazione o diffidenza nel contesto della classe “tradizionale”.
Nella presentazione introduttiva verrà fornito un quadro di riferimento generale che sottolinea le caratteristiche più rilevanti della multimedialità per favorire l’apprendimento della lingua straniera nei bambini piccoli. Una delle opportunità offerte dall’uso del software è la possibilità di personalizzare l’apprendimento del singolo alunno, sulla base dei suoi bisogni specifici, del “suo” stile di apprendimento e sul tipo di intelligenza prevalente.
Nell’esaminare i diversi tipi di strumenti a disposizione, particolare attenzione sarà ovviamente dedicata a quelli che consentono di consolidare e sviluppare le competenze ricettive, ma non saranno trascurati quegli strumenti (alcuni dei quali molto innovativi) che consentono ai bambini di partecipare in prima persona alla realizzazione di prodotti multimediali. Questi mezzi infatti possono offrire ai bambini la possibilità di mettere in gioco le loro capacità creative e le loro particolari doti individuali, con tutti i vantaggi didattici che essi possono portare; inoltre possono rendere particolarmente appetibile il “project-based learning”, un approccio didattico che ben si presta all’attività condotta nella scuola primaria, specialmente nella fase di transizione dalla scuola d’infanzia e anche nell’ottica dell’approccio modulare allo studio della lingua straniera.
Si vedrà inoltre come l’utilizzo e l’efficacia didattica degli strumenti presentati siano condizionati dalla differenze esistenti nei bambini tra i 5-6 anni e i 10-11 anni. Questa eterogeneità si manifesta non solo in termini di conoscenza iniziale della lingua inglese, ma anche (e soprattutto) in termini di livello cognitivo e metacognitivo, di sviluppo delle competenze di base, di alfabetizzazione, di bagaglio culturale ed infine di confidenza con i mezzi informatici.
Si esaminerà come utilizzare la multimedialità e la telematica per:
• incrementare il comprehensible language input a cui i bambini sono esposti;
• aumentare ed intensificare l’interazione con la lingua inglese;
• rafforzare le diverse competenze linguistiche, particolarmente quelle relative alla comunicazione,
• aumentare la motivazione, aspetto davvero critico nell’apprendimento linguistico;
• personalizzare l’apprendimento linguistico in modo da rispondere meglio alle diverse esigenze d’apprendimento della classe.
La possibilità di sfruttare queste occasioni d’apprendimento dipende molto dal modo in cui il docente impiega la multimedialità e la telematica nella didattica per raggiungere i suoi obiettivi didattici (questo richiede al docente di rimettersi in gioco e necessariamente di investire molte energie e tempo prezioso). Durante il workshop, si metteranno in luce le diverse modalità di integrazione degli strumenti multimediali nella didattica quotidiana, proponendo delle soluzioni che possono rispondere alle diverse esigenze didattiche del docente.
Durante il workshop si visioneranno i servizi in rete che sono a disposizione dei docenti per orientarli nella scelta di risorse multimediali e telematiche.
A conclusione del workshop, è previsto un breve confronto fra i partecipanti.

Contatto: Jeffrey Earp (jeff@itd.cnr.it)


27/04/2004 - 30/04/2004
Fiera di Milano Expo' dell'educazione, del lavoro e della formazione
Milano dal 27 al 30 aprile

In occasione della partecipazione del Cnr all'Expo di Milano dal 27 al 30 aprile è stata prevista una postazione multimediale che consentirà la visione dei software didattici (o comunque utilizzabili a scopi educativi) sviluppati all'interno del CNR.

Per l'occasione l'ITD ha catalogato i prodotti ed ha realizzato "RiDD@cnr - Risorse digitali per la didattica", un'apposita banca dati fruibile localmente da cui sarà anche possibile accedere direttamente ai prodotti.


06/03/2004
Il Linguaggio dei bambini
LA CITTÀ DEI BAMBINI - Porto antico - Magazzini del cotone - 1 piano

il secolo dei bambini

Ti invita a partecipare a
Il linguaggio dei Bambini
sabato 6 Marzo 2004 alle ore 15.30
ospiti: G.Biorci, L.Ferlino, M.Rossi e S.Olivotto


04/03/2004 - 06/03/2004
CIDI Convegno nazionale "Quale scuola per l'Europa"
Palazzo Ducale - Salone del Maggior Consiglio
Presentazione della ricerca su sw didattico e ipovisione sviluppata da ITD e Ist Chiossone
http://www.cidi.it/Conv_Genova/programmaGenova.htm