IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET

Eventi :: Archivio

20/04/2010
TD50

Apprendere nella società della conoscenza

La società odierna è attraversata da dinamiche non immaginabili fino a pochi decenni or sono (crescente pervasività delle tecnologie digitali, sviluppo scientifico e tecnologico, nuovi comportamenti sociali, economie emergenti ...) che determinano l'esigenza di nuovi modelli per lo sviluppo e configurano il sapere come una risorsa sempre più strategica per il progresso economico, sociale e per la qualità della vita. La natura del sapere è cambiata e sta continuando a cambiare: da entità stabile e localizzata a entità dinamica e distribuita che l'individuo, lungo l'arco della vita, reperisce e costruisce in molti luoghi differenti. I processi e i sistemi educativi e formativi devono riconfigurarsi per tener conto dei nuovi bisogni individuali e sociali e delle mutate caratteristiche della popolazione che apprende.

TD 50 metterà il fuoco sulle problematiche che la società della conoscenza pone agli educatori e ai sistemi educativi dal punto di vista dei metodi e dei contenuti dell'apprendimento e del rapporto fra tecnologia ed educazione e fra scuola e società. Ci si attendono in particolare contributi che stimolino la riflessione e/o propongano specifiche risposte alle domande seguenti.

  • Quali nuove competenze cognitive e meta cognitive sono richieste nella società della conoscenza?
    Quali situazioni di apprendimento ne favoriscono lo sviluppo?
  • Quali sono le dimensioni del rapporto fra educazione ed Internet?
    Internet come universo enciclopedico?
    Luogo di connessione e partecipazione?
    Palestra cognitiva?
    Quali le competenze in gioco?
  • Apprendimento istituzionale e apprendimento informale:
    È importante connettere questi spazi di apprendimento?
    Quali sono i criteri e i modi per attivare percorsi di collegamento virtuosi fra di essi?
    Come attivare sinergie fra le competenze degli educatori e quelle degli allievi?
  • I sistemi educativi all'incrocio fra carenze tradizionali, nuovi bisogni educativi e nuove caratteristiche della popolazione studentesca:
    Come collegare sapere epidermico e sapere profondo, saperi stabili e saperi usa e getta?
    Saperi di cui si dispone e saperi di cui ancora non si dispone?
    Come integrare le modalità trasmissive del sapere con le modalità costruttive della bottega?
    Quali situazioni e quali modi di operare consentono di coinvolgere gli allievi e di generare significato?
  • Imparare a confrontarsi con una realtà di complessità crescente:
    Quali strumenti concettuali ci possono aiutare ad affrontare la complessità?
    Quali ambienti e situazioni possono favorire la capacità di agire nella complessità, di comunicare e imparare contenuti complessi?

Ricercatori, docenti ed esperti del settore sono invitati a contribuire alla riflessione su questi temi inviando il proprio contributo entro il 20 Aprile 2010,
via e-mail, all'indirizzo TD@itd.cnr.it seguendo le modalità indicate alla pagina Norme per la pubblicazione


http://www.itd.cnr.it/TDMagazine/norme.php