IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET

Eventi :: Archivio

16/10/2010 - 15/01/2011
Call for paper TD53
 

Open Educational Resources - Risorse Educative Aperte

Il termine Open Educational Resources (OER - Risorse Educative Aperte), originariamente associato all’iniziativa del MIT di Boston che nel 2002 iniziò a rendere disponibili gratuitamente online i propri materiali didattici, si è arricchita negli anni di nuovi significati.

L'evoluzione del web verso ciò che oggi viene indicato come il Web 2.0 (che ha favorito una maggiore partecipazione degli utenti alla produzione di contenuti online), l'influenza dei modelli dell'Open Source e del Free Software, la diffusione di licenze d’uso che aprono alla possibilità di riuso dei contenuti online e, soprattutto, una maggiore consapevolezza dei docenti del ruolo attivo che possono giocare nella produzione di contenuti didattici digitali, sono tutti fattori che hanno portato alla nascita di iniziative significative, volte a evidenziare le potenzialità offerte dalla rete come ambiente per la condivisione di OER prodotte da comunità di insegnanti.

Ad un concetto iniziale di Open, che indica la possibilità per chiunque di fruire di un contenuto prodotto da altri, si è quindi affiancata un’idea di Open che consente di accedere all’interno del contenuto e di modificarlo in base alle proprie esigenze.

Entrambe le visioni offrono delle potenzialità enormi per il mondo dell’educazione, sia a livello di organizzazione, sia per il singolo docente, come dimostrato da importanti iniziative nel mondo. Nonostante ciò, il numero di docenti che in Italia e in Europa utilizza, produce o condivide OER è ancora estremamente limitato.

Le ragioni di questo ritardo sono riconducibili a numerosi fattori, e l'Unesco individua alcune azioni necessarie per superare gli ostacoli alla diffusione delle OER: aumentare la consapevolezza, tra docenti e stakeholders, delle potenzialità delle OER; rafforzare reti e comunità di persone interessate alle OER per favorire lo sviluppo di risorse; sviluppare le capacità e le abilità utili per produrre OER; porre in atto meccanismi che possano garantire la qualità delle risorse prodotte; individuare strategie che possano favorire la sostenibilità delle iniziative di OER.

TD 53 raccoglierà esperienze ed iniziative sulla produzione e condivisione di Open Educational Resources nella scuola o nel modo accademico, che evidenzino buone pratiche trasferibili o riadattabili in altri contesti. Si attendono, inoltre, contributi e riflessioni sul concetto di OER, sul loro ruolo all’interno della Scuola, dell'Università e, più in generale, della società della conoscenza.

Ricercatori, docenti ed esperti del settore sono invitati a contribuire alla riflessione su questo tema, inviando il proprio contributo entro il 15 gennaio 2011, via e-mail, all'indirizzo TD@itd.cnr.it seguendo le modalità indicate alla pagina Norme per la pubblicazione


/tdmagazine/norme.php