IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET

Personale

Stefania Manca

Stefania Manca

Ricercatore

Sede: Genova

E-mail: manca@itd.cnr.it

SKYPE: stiven65

Telefono: +39 0106475325

Editoria Accademica

Google Scholar

Research Gate

Biografia

Si occupa di tecnologie didattiche e apprendimento basato sulle tecnologie dal 1995. Dopo aver lavorato a lungo nel settore della formazione a distanza e dell’e-learning, i suoi interessi di ricerca riguardano l’analisi dei processi socio-cognitivi negli ambienti di Computer Supported Collaborative Learning (CSCL), con particolare riguardo per la costruzione collaborativa della conoscenza e per la dimensione sociale negli ambienti di apprendimento basati sulla comunicazione scritta. Si occupa in modo particolare dell’utilizzo dei Social Media nei contesti di apprendimento formale e informale, con particolare riguardo per i social network come ambienti di apprendimento e per lo sviluppo professionale. Attualmente è impegnata nello sviluppo di una ricerca che ha come obiettivo la relazione tra usi personali, didattici e professionali dei Social Media da parte dei ricercatori e docenti universitari italiani.

È stata responsabile del progetto TIC@School, il cui obiettivo è stato la progettazione e implementazione di un modello innovativo basato sull’uso delle tecnologie digitali che possa consentire agli insegnanti e agli studenti di usare le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione in classe, andando oltre la logica del laboratorio di informatica. È stata il partner italiano del Team Theme “Social Mobile Network to Enhance Community Building for Adults’ Informal Learning”, finanziato dalla Rete Europea di Eccellenza STELLAR, i cui obiettivi sono stati quelli di indagare temi di ricerca quali il ruolo svolto dai dispositivi mobili nella creazione di comunità di apprendimento attraverso i Social Network, di capire come questi dispositivi possano sostenere la formazione continua degli adulti nell’intersezione tra i contesti fisici (ad es., la scuola) e quelli digitali (ad es., i Social Network), di identificare quali forme di valutazione siano praticabili in situazioni di apprendimento informale. Ha partecipato al progetto triennale FIRB “STEEL (Sistemi, Tecnologie abilitanti E mEtodi per la formazione a distanza)”, che ha avuto come obiettivo lo sviluppo di un sistema di e-learning per la formazione universitaria che integrasse diversi media e modalità di comunicazione.

È membro del comitato scientifico del “Journal of E-Learning and Knowledge Society”, la rivista ufficiale della Società Italiana di e-Learning; membro del comitato di redazione della rivista “TD – Tecnologie Didattiche”; membro dell’International Editorial Review Board della rivista “International Journal of Digital Literacy and Digital Competence”; membro del comitato scientifico di “Form@Re - Open Journal Per La Formazione In Rete”; membro del comitato scientifico della rivista “Media Education. Studi, ricerche, buone pratiche”; è revisore per diverse riviste ISI nel settore del Technology-Enhanced Learning. È, inoltre, co-direttore della collana “Conoscenza, Formazione, Tecnologie” per la casa editrice Franco Angeli, membro del comitato editoriale della Serie di Psicologia dell’Educazione “Temi e autori della Psicologia dell’Educazione”, diretta da M. Beatrice Ligorio e Stefano Cacciamani, per l’editore Carocci.

E' autrice, assieme a Maria Ranieri, del volume "I social network nell’educazione. Basi teoriche, modelli applicativi e linee guida". Erickson, Trento, 2013.

Pubblicazioni

Lista delle pubblicazioni