IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET

Progetto

Handitecno e Intercultura

Linea di Ricerca:
«Tecnologie didattiche per la formazione continua e in servizio»

Periodo del progetto: 2003-2004

Personale coinvolto
Michela Ott - Responsabile
Lucia Ferlino

L'ITD collabora al portale HANDITECNO "Tecnologie per l'handicap nella scuola", nato e gestito nell'ambito di un progetto del MPI affidato all'INDIRE, l'Istituto Nazionale di Documentazione per l'Innovazione e la Ricerca Educativa di Firenze. Il portale (http://www.indire.it/handitecno/) ha come principale obiettivo quello di creare attorno al tema "scuola e disabilità" una comunità virtuale in cui si attui un costante scambio di informazioni, idee, esperienze. HANDITECNO è anche una guida operativa alla scelta degli ausili che possono essere utilizzati per facilitare l'apprendimento di studenti con diverse tipologie di handicap e con difficoltà specifiche di apprendimento. Tre sono i principali punti di vista da cui HANDITECNO guarda al mondo della didattica del disabile:

  • l'alunno (l'accettazione dell'ausilio, la motivazione, prerequisiti e primo addestramento, uso autonomo dell'ausilio)
  • la scuola (organizzazione dell'attività didattica in presenza di un alunno che usa ausili specifici, approfondimenti su aspetti delle singole discipline)
  • lo strumento (la postazione di lavoro, ergonomia, sicurezza, organizzazione degli spazi, adattamento del computer in base alle esigenze del soggetto, ausili per l'accesso, ausili per la didattica, problemi più frequenti da superare).

HANDITECNO dà, inoltre, accesso ad un data base dei centri di orientamento, delle aziende e delle scuole, fornisce informazioni sul supporto che il servizio sanitario nazionale e gli enti locali possono offrire alle scuole con particolare attenzione al nomenclatore tariffario. La collaborazione di ITD al portale HANDITECNO riguarda principalmente la sezione ausili ed in particolare la sezione dedicata agli ausili software per la didattica; a questo proposito sono anche stati attivati opportuni link con ESSEDIQUADRO il Servizio di Documentazione sul Software Didattico, sia per quanto riguarda la descrizione dei vari prodotti classificabili come "software didattici per disabili" sia per quanto riguarda gli approfondimenti relativi all'uso di software nella didattica, in presenza di alunni con difficoltà di apprendimento e/o disabilità.

L'ITD svolge inoltre ricerche nell'ambito della didattica di alunni stranieri immigrati. In particolare:

  1. l'ITD collabora al portale INTERCULTURA dell'INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione per l'Innovazione e la Ricerca Educativa) di Firenze (http://www.bdp.it/intercultura/). Nell' ambito del portale l'ITD cura la sezione SCAFFALE DEGLI STRUMENTI per la parte riguardante i software didattici off-line.
    Il portale INTERCULTURA si rivolge in modo specifico a insegnanti, dirigenti scolastici e operatori del settore allo scopo di:

    • fornire strumenti di orientamento per l'educazione interculturale e l'insegnamento dell'italiano L2;
    • sostenere i docenti che operano in quest'area educativa;
    • raccogliere e documentare le esperienze didattiche;
    • rendere accessibili documenti e informazioni sugli aspetti legislativi, sugli strumenti bibliografici e sugli eventi significativi;
    • promuovere momenti di interazione e collaborazione tra le scuole e tra insegnanti ed esperti;
    • facilitare l'accesso ai materiali didattici disponibili online, selezionando e segnalando esperienze e prodotti.
    • creare occasioni di confronto, arricchimento teorico e approfondimento.
  2. L'ITD svolge ricerche relative all'educazione linguistica di studenti immigrati, con particolare riferimento alla lingua scritta; nello specifico, l'ITD si occupa di individuare modelli e metodi per adattare alcuni software didattici "aperti" alle esigenze di studenti di madrelingua non italiana. In quest'ambito, gli strumenti messi a punto riguardano sia la prima alfabetizzazione sia il perfezionamento linguistico, l'ampliamento del lessico e l'utilizzo di costrutti sintattici complessi. E' stato costruito un ampio archivio di dati relativo agli errori di scrittura in lingua italiana commessi da studenti immigrati e, sulla base della "peculiarità di errore" caratteristica di ogni gruppo etnico (o piuttosto di ogni gruppo di diversa madrelingua), vengono studiati esercizi specifici mirati e vengono costruiti percorsi didattici specialistici basati anche sull'uso di strumenti software.

Collaborazioni

INDIRE
http://www.indire.it/