IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET IJET

Progetto

BSD

Linea di Ricerca:
«La scuola del futuro: modelli, metodologie e prototipi per l'innovazione educativa»

Periodo del progetto: 1985-2004

Personale coinvolto
Lucia Ferlino - Responsabile
Michela Ott

Nata nel 1985 (nell'ambito di un progetto sperimentale) presso l'Istituto Tecnologie Didattiche del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Genova, la Biblioteca del Software Didattico è l'unica istituzione pubblica, in Italia, che si occupa da tempo di raccogliere, catalogare, e permettere la consultazione del software didattico che le diverse Case Editrici, italiane ed estere, realizzano per il mondo della scuola e dell'istruzione in genere.

Questo software (circa 2700 prodotti, catalogati e raccolti in una banca dati) viene messo a disposizione di docenti, insegnanti, educatori e scuole di formazione esclusivamente per una consultazione diretta, in modo da consentire agli interessati una verifica reale dei requisiti e della funzionalità delle varie unità didattiche e orientare così la scelta verso il prodotto più rispondente alle esigenze dell'utente.

Nel 1999 si affianca alla Biblioteca il servizio telematico Essediquadro (Servizio Documentazione sul Software Didattico) nell'ambito di una convenzione con il Ministero Pubblica Istruzione. Essediquadro punta soprattutto a creare un nucleo organico di documentazione e riflessione sul software didattico per quanto riguarda le caratteristiche tipologiche e funzionali dei prodotti, l'analisi delle esperienze d'uso e lo sviluppo di percorsi educativi basati su software didattico.