Vai alla lista completa dei progetti

HOLISTIC APPROACH TO ACCESSIBLE HIGHER EDUCATION
Data di inizio: 01-11-2021
Data di fine: 31-10-2024
Sede ITD di riferimento: Genova
https://hedforall.eu

Inquadramento

La forza della nostra società risiede nell’istruzione e nelle attività di ricerca svolte nelle Università. Tuttavia, troppi studenti fragili (con disabilità e DSA) hanno difficoltà ad accedere a questo diritto, anche a causa di numerose barriere e ostacoli all’istruzione digitale accessibile. Il percorso universitario degli studenti fragili presenta sfide uniche sia per loro che per i loro insegnanti. Tali sfide spesso nascono dalla mancanza di risorse digitali accessibili e dalla carenza di competenze digitali del personale accademico per rispondere adeguatamente ai bisogni degli studenti fragili. Il personale docente e i referenti per l’accessibilità spesso non sanno come supportare gli studenti fragili o con altre fragilità. Indiscutibilmente c’è una lacuna della ricerca transnazionale sui bisogni specifici degli studenti fragili rispetto al materiale educativo accessibile e sui bisogni emersi dalla didattica a distanza, nonché sulle conoscenze e sull’esperienza che il personale docente e i referenti per l’accessibilità nelle Università, in relazione a varie forme di materiali accessibili e alla fornitura di corsi in didattica a distanza accessibili.

Obiettivi

Il progetto HEDforALL mira a migliorare l’inclusione di studenti fragili (con disabilità e DSA) nell’istruzione superiore e a supportare il personale accademico nello sviluppo delle competenze digitali necessarie a rispondere ai bisogni specifici degli studenti più fragili, in materia di risorse accessibili e nel passaggio alla didattica a distanza. L’obiettivo finale di HEDforALL è la realizzazione di un insieme di materiali educativi accessibili, guide pratiche per la loro progettazione, e metodologie di didattica a distanza per l’istruzione superiore. Gli obiettivi specifici del progetto sono:

  1. identificare i bisogni degli studenti fragili per materiali accessibili riguardanti diverse materie/corsi universitari, nonché le esigenze rispetto alla didattica a distanza così come riportate dagli stessi studenti fragili;
  2. esaminare le conoscenze e le esperienze esistenti del personale docente e dei referenti per l’accessibilità in Università, in relazione a varie forme di materiali accessibili e pratiche di didattica a distanza per studenti fragili, al fine di determinare i loro bisogni formativi ed esaminare l’impatto della formazione sulle loro conoscenze;
  3. costruire competenze e promuovere sviluppo professionale per il personale docente e i referenti per l’accessibilità che consentiranno loro di realizzare materiali educativi accessibili e metodi di didattica a distanza per classi inclusive, al fine di fornire agli studenti fragili opportunità formative significative e di alta qualità;
  4. sviluppare materiali didattici accessibili per studenti fragili più adatti in termini di accessibilità, usabilità ed efficacia educativa, e valutarli in modo approfondito attraverso studi con gli utenti finali;
  5. sviluppare materiale di formazione per il personale docente e i referenti per l’accessibilità (ad es. Guida al materiale accessibile, video educativi di YouTube e Guida per i programmi di didattica a distanza), con una serie concreta di pratiche e linee guida per la produzione di materiale educativo accessibile e per l’attuazione di programmi di didattica a distanza per studenti fragili;
  6. implementare corsi pilota accessibili di didattica a distanza con studenti fragili e valutarne l’adeguatezza dell’accessibilità ei risultati dell’apprendimento;
  7. implementare il primo repository online aperto e gratuito di materiale educativo accessibile di diverse materie che sarà utilizzato dagli educatori e da qualsiasi parte interessata;
  8. condividere i risultati del progetto a livello internazionale.

Attività

Per raggiungere gli obiettivi del progetto verranno implementati 8 risultati di progetto e 4 eventi moltiplicatori.

La prima parte di HEDforALL riguarda la ricerca condotta sugli utenti finali, ovvero studenti fragili o altre fragilità, personale docente e referenti per l’accessibilità.

Gli studi di ricerca coinvolgeranno come partecipanti almeno 120 membri del personale docente e referenti per l’accessibilità (30 referenti per l’accessibilità e 90 membri del personale docente) di istituti di istruzione superiore e almeno 100 studenti fragili e DSA.

Gli studi di ricerca saranno condotti con la partecipazione di diversi gruppi di studenti fragili, in base al tipo di disabilità, e indagheranno i loro bisogni in termini di materiali didattici adattati e accessibili riguardanti le diverse materie/corsi insegnati nell’istruzione superiore e i bisogni venutisi a creare a seguito delle esperienze di didattica a distanza.

Inoltre, ci si concentrerà sulla conoscenza e sull’esperienza che il personale docente e i referenti per l’accessibilità hanno circa gli studenti fragili, riguardo ai materiali didattici adattati e all’applicazione della didattica a distanza con gli studenti disabili, al fine di determinare i loro bisogni di formazione.

La seconda parte del progetto prevede la progettazione e lo sviluppo di materiale didattico adattato e la sua valutazione da parte di studenti fragili in merito a accessibilità, usabilità ed efficacia educativa.

Inoltre, ci si concentrerà sull’implementazione di corsi pilota di didattica a distanza e sulla valutazione della loro adeguatezza, soddisfazione e risultati di apprendimento.

Questa parte prevede anche lo sviluppo di un repository online di materiale didattico accessibile di diverse materie, che diventerà un punto di riferimento nell’utilizzo in primis per gli educatori.

Infine, la terza parte del progetto prevede la realizzazione di eventi moltiplicatori e attività di condivisione e promozione dei risultati, attraverso sessioni informative/educative in ogni paese partner e a livello internazionale del personale docente e dei referenti per l’accessibilità al fine di costruire competenze e offrire momenti di sviluppo professionale su come rendere l’educazione digitale più accessibile e inclusiva.

Impatto

Durante il progetto sono attesi i seguenti risultati:

  1. una relazione sui bisogni degli studenti fragili in ambito di istruzione superiore circa materiali didattici accessibili relativi a diverse materie/corsi;
  2. una relazione sulla conoscenza e l’esperienza esistenti del personale docente e dei referenti per l’accessibilità in relazione a varie forme di materiali accessibili. Il rapporto presenterà le loro esigenze di formazione per quanto riguarda l’uso e lo sviluppo di materiali didattici accessibili e la fornitura di corsi di didattica a distanza accessibili;
  3. una relazione sull’impatto della formazione (sessione educativa/informativa e materiale didattico) sulla conoscenza del personale docente e dei referenti per l’accessibilità in merito a tipi/forme alternative di materiali didattici accessibili adattati e l’applicazione di didattica a distanza a studenti fragili;
  4. lo sviluppo dei materiali didattici accessibili più idonei in termini di accessibilità, usabilità ed efficacia educativa attraverso lo studio di valutazione dei bisogni, dell’efficacia e della soddisfazione degli utenti finali;
  5. lo sviluppo di una “Guida al materiale accessibile” per la produzione di materiale didattico accessibile adattato e una “Guida per i programmi di didattica a distanza” per l’implementazione di corsi di didattica a distanza inclusivi;
  6. la costruzione delle competenze e sviluppo professionale per il personale docente nello sviluppo di materiali educativi accessibili e metodi DE per classi di istruzione inclusiva a distanza;
  7. l'implementazione di corsi pilota di formazione a distanza accessibili nei paesi partner e valutazione della loro adeguatezza, soddisfazione e risultati di apprendimento;
  8. lo sviluppo di un archivio online di materiale didattico accessibile. Il materiale caricato sarà liberamente accessibile e potrà essere scaricato e utilizzato da chiunque sia interessato. Inizialmente includerà il materiale accessibile (libri di testo, dispense, presentazioni, immagini, mappe, diagrammi ecc.) sviluppato durante il progetto, ma potrebbe essere arricchito e costruito con contributi della comunità accademica e di altri organismi specializzati nello sviluppo e produzione di materiale didattico accessibile;
  9. una serie di sessioni di formazione e-learning per il personale docente e referenti per l’accessibilità in ciascun paese partner e a livello dell’Unione Europea. In questo modo, il progetto contribuirà a promuovere una didattica inclusiva a distanza e aumenterà la motivazione e la disponibilità alla vita universitaria non solo tra gli studenti fragili ma anche tra l’intera comunità accademica;
  10. lo sviluppo di un Indice elettronico degli enti interessati, affinché questi facciano parte dell’iniziativa del progetto per la creazione di una “Rete di accessibilità” per condividere e promuovere soluzioni derivate e supportare l’inclusione negli istituti di istruzione superiore a livello internazionale;
  11. la produzione di video info-formativi sullo sviluppo e produzione di materiale didattico accessibile e sull’erogazione di corsi di didattica a distanza inclusivi.

 

Al suo completamento, i risultati di HEDforALL consentiranno di

  1. soddisfare i bisogni di studenti fragili in termini di risorse accessibili e sostenerli durante l’istruzione superiore;
  2. migliorare il sistema di istruzione superiore spostandosi verso approcci di intervento più proattivi che aumentino le competenze di tutti gli istituti di istruzione superiore, in grado di fornire materiale educativo accessibile di alta qualità e di sostenere una didattica inclusiva a distanza;
  3. contribuire alla trasformazione digitale degli istituti di istruzione superiore;
  4. consentire al personale docente di sviluppare competenze digitali e competenze chiave sulla produzione di materiale didattico accessibile;
  5. sostenere il personale docente e i referenti per l’accessibilità affinché siano preparati in modo efficace per supportare gli studenti fragili a partecipare a tutte le opportunità formative, compiendo passi verso un’istruzione inclusiva ed equa per tutti;
  6. sviluppare atteggiamenti, convinzioni, conoscenze, abilità e comportamenti che supportino l’inclusione. Aumentando la consapevolezza e promuovendo soluzioni derivate a sostegno dell’inclusione, si prevede che i paesi dell’Unione Europea consentiranno una maggiore interazione tra gli studenti (con e senza disabilità).
Responsabile:
Personale coinvolto:
Linee di ricerca:
Collaborazioni esterne:
  • Università della Macedonia, Salonicco, Grecia
  • Università di Alicante, Alicante, Spagna
  • Università di Colonia, Colonia, Germania