Vai alla lista completa dei progetti

Rassegna del Pensiero Computazionale nella scuola dell’obbligo: Stato dell’arte e prassi attuali del settore
Data di inizio: 09-04-2021
Data di fine: 08-01-2022
Sede ITD di riferimento: Genova
https://computhink2study.eu/
Email : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo studio, commissionato dal Joint Research Center (JRC) della Commissione Europea (JRC B-4), mira ad esplorare la tematica del pensiero computazionale (Computational Thinking) e, in particolare, il modo in cui esso si colloca attualmente rispetto alla scuola dell'obbligo nei vari stati membri europei (ma anche al di fuori dei confini europei). L’obiettivo specifico dello studio (chiamato anche CompuThink II) è quello di aggiornare il precedente rapporto JRC "Developing Computational Thinking in Compulsory Education: implications for policy and practice" pubblicato nel 2016.

Secondo una definizione molto ampia del concetto, il pensiero computazionale è un processo di pensiero implicato nella progettazione di soluzioni eseguibili dal computer, dall’essere umano, oppure da entrambi in congiunzione. In tal senso, il pensiero computazionale riguarda concetti e pratiche fondamentali dell'informatica (come ad esempio l'astrazione e la programmazione), ma anche abilità trasversali, come la creatività e la collaborazione.  Nel Piano d'azione per l'istruzione digitale 2021-2027 – “Ripensare l'istruzione e la formazione per l'era digitale” pubblicato recentemente dalla Commissione Europea, il pensiero computazionale viene indicato come Priorità Strategica n.2, a conferma della centralità dello studio CompuThink II nelle politiche strategiche della CE volte a favorire la crescita delle competenze digitali nei sistemi scolastici.

Sostanzialmente, il contributo offerto da CompuThink II a tale riguardo consiste in un insieme di attività chiave e di elaborati specificamente concepiti per dare risposte rigorose e fondate alle domande di ricerca che CompuThink si è posto. In particolare, lo studio intende:

  • raccogliere da esperti ed attori di rilievo un input sull’applicazione del pensiero computazionale nella scuola dell’obbligo al fine di ottenere un contributo critico e qualificato;
  • effettuare una rassegna completa e aggiornata sia della letteratura scientifica standard che di quella ‘grigia’;
  • compiere un'indagine sulle iniziative politiche dedicate all'integrazione del pensiero computazionale nei curriculi della scuola dell'obbligo in Europa (e oltre);
  • realizzare una serie di casi di studio dettagliati che prendano in esame gli aspetti concreti alla base dell’effettiva integrazione del pensiero computazionale nella scuola d’obbligo, grazie allo svolgimento di workshop ed interviste che coinvolgeranno un'ampia gamma di esperti, attori e stakeholder;
  • produrre un rapporto aggiornato sul pensiero computazionale nella scuola dell'obbligo, che verrà pubblicato in collaborazione con il JRC;
  • realizzare un articolo di ricerca da pubblicare su una rivista scientifica di alto livello.

Per poter garantire che i risultati generati da tali attività siano di alta qualità, lo studio CompuThink II prevede l’adozione di approcci metodologici sistematici e rigorosi per la generazione, la raccolta, l’elaborazione e l’analisi dei dati.

Responsabile:
Personale coinvolto:
Linee di ricerca:
Collaborazioni esterne: